Omicidio Carla Molinari: nuovi dettagli sul presunto assassino, Giuseppe Piccolomo

Dell’arresto di Giuseppe Piccolomo, l’imbianchino 58enne sospettato di essere l’assassino di Carla Molinari, ci siamo già occupati qualche giorno fa, ma nelle ultime ore sono emerse nuove informazioni. Sull’uomo, stando al pm Luca Petrucci che ha disposto il carcere, ci sarebbero gravi indizi di colpevolezza, anche se nessuna prova certa. Fin’ora Piccolomo si è avvalso


Dell’arresto di Giuseppe Piccolomo, l’imbianchino 58enne sospettato di essere l’assassino di Carla Molinari, ci siamo già occupati qualche giorno fa, ma nelle ultime ore sono emerse nuove informazioni.

Sull’uomo, stando al pm Luca Petrucci che ha disposto il carcere, ci sarebbero gravi indizi di colpevolezza, anche se nessuna prova certa.

Fin’ora Piccolomo si è avvalso della facoltà di non rispondere, ma le indagini sul suo conto continuano.

Gli inquirenti sostengono che Piccolomo, oltre ad aver sgozzato e mutilato l’ex tipografa 82enne, abbia anche fatto di tutto per depistare le indagini, come ad esempio lasciare sul luogo del delitto quattro mozziconi di sigarette di diverse marche prelevate dal posacenere di un centro commerciale.

Pare inolte che, nei giorni successivi al delitto, l’uomo avrebbe detto ad un suo amico: “Vedrai che i carabinieri prenderanno il primo che passa, lo mettono dentro e non potrà che chiedere la clemenza della Corte“, frase che può voler dir tutto o niente.

L’ultima volta vi abbiamo anticipato che la prima moglie di Piccolomo, Marisa Maldera era morta carbonizzata in un misterioso incidente. L’uomo fu indagato per omicidio colposo e patteggiò la pena.

Per le due figlie, però, quel caso è tutt’altro che archiviato: Nunzia e Cinzia Piccolomo, infatti, sono convinte della colpevolezza dell’uomo, sia per quanto riguarda l’omicidio di Carla Molinari, sia per quello della loro madre.

Per questo hanno chiesto che quel caso venga riaperto e venga fatta luce su quella misteriosa morte.

Via | Corriere Di Milano e TgCom

I Video di Blogo