Romano Prodi: “Voterò Sì a una modesta riforma costituzionale”

L’ex premier diffonde in una nota le sue intenzioni

Romano Prodi, da tempo al di fuori del confronto politico italiano, si espone e rende nota la sua dichiarazione di voto per il Referendum Costituzionale del 4 dicembre.

L’ex presidente del consiglio ha diffuso una nota in cui dice che voterà Sì al Referendum ma allo stesso tempo si dimostra molto critico nei confronti della legge costituzionale Boschi-Renzi.

Anche se le riforme proposte non hanno certo la profondità e la chiarezza necessarie, tuttavia per la mia storia personale e le possibili conseguenze sull’esterno, sento di dovere rendere pubblico il mio Sì, nella speranza che questo giovi al rafforzamento della nostre regole democratiche soprattutto attraverso la riforma della legge elettorale“, scrive Romano Prodi.

Il fondatore dell’Ulivo spiega di essersi tenuto fuori, nelle ultime settimane, da un dibattito “che ha, fin dall’inizio, abbandonato il tema fondamentale, ossia una modesta riforma costituzionale, per trasformarsi in una sfida pro o contro il governo“.

Il professor Prodi sottolinea che il suo endorsement al Sì è “naturalmente rispettoso nei confronti di chi farà una scelta diversa“.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Referendum

Tutto su Referendum →