USA, Donald Trump minaccia di interrompere il disgelo con Cuba

“Se Cuba non vuol fare un patto migliore per i cittadini cubani, i cubani-americani e gli statunitensi, io metterò fino all’accordo”.

Donald Trump non è ancora in carica come Presidente degli Stati Uniti, ma in questi giorni che lo separano dal 20 gennaio, giorno in cui entrerà ufficialmente alla Casa Bianca, continua ad anticipare ciò che farà – o che vorrà fare – non appena si sarà insediato. Oggi è toccato alla delicata questione dei rapporti tra gli Stati Uniti e Cuba, nelle stesse ore in cui i cittadini stanno ancora reagendo alla morte di Fidel Castro, deceduto venerdì all’età di 90 anni.

Il Presidente eletto oggi ha twittato:

Se Cuba non vuol fare un patto migliore per i cittadini cubani, i cubani-americani e gli statunitensi, io metterò fino all’accordo.

Il disgelo tra Stati Uniti e Cuba era cominciato nel dicembre 2014, quando il Presidente USA Barack Obama e quello cubano, Raul Castro, avevano annunciato l’avvio di un processo di normalizzazione delle relazioni tra i due Paesi. Da lì erano iniziate una serie di azioni da entrambe le parti, a cominciare dagli USA che hanno rimosso Cuba dalla lista dei Paesi che supportano il terrorismo – al momento vi restano solo Iran, Sudan e Syria.

Nel maggio 2015 il Governo cubano aveva aperto un conto bancario negli Stati Uniti, mentre nel luglio dello stesso anno erano ufficialmente riprese le relazioni diplomatiche tra i due Paesi con la riapertura dell’ambasciata statunitense a L’Avana.

Nel corso degli ultimi mesi si sono intensificate anche le iniziative economiche, ma ora Trump è pronto a riportare tutto a com’era prima. La mossa di Obama era già stata ampiamente criticata da Trump, secondo il quale Obama avrebbe concesso troppo a Cuba senza avere abbastanza in cambio. Lo aveva detto in campagna elettorale e lo ha ribadito ora via Twitter, preavvisando così il governo cubano.

Ultime notizie su Donald Trump

Tutto su Donald Trump →