Ilva, Emiliano vs governo Renzi: “Andremo sotto Palazzo Chigi”

Caso Ilva: l’attacco di Emiliano al governo Renzi dopo la scomparsa dell’emendamento con i fondi per Taranto

È sempre più accesa la polemica della Regione Puglia contro il Governo Renzi: ultimo motivo del contendere sono i tagli contenuti in Legge di Bilancio in relazione ai fondi per rafforzare la sanità nella delicata area di Taranto.

I 50 milioni previsti per il “processo di decarbonizzazione della Regione e il rafforzamento del sistema sanitario tarantino”, previsti in un emendamento, sono spariti senza troppe spiegazioni, e così il presidente della Regione passa all’attacco in un’intervista a Repubblica.

Se il governo non manterrà le sue promesse, faremo una grande manifestazione sotto Palazzo Chigi a Roma assieme a tutta la Puglia e a tutta l’Italia onesta per chiedere rispetto“, tuona Emiliano. “È il minimo che possiamo fare per rispettare il diritto dei cittadini, dei bambini che sono morti e di quelli che lottano ancora. Lotteremo con tutti i mezzi“.

Il governatore risponde così al sottosegretario De Vincenti che parlava di strumentalizzazioni: “De Vincenti utilizza questa tecnica di buttarla in rissa ogni volta che non sa cosa rispondere. Non ho mai abboccato, anche perché una rissa tra me e De Vincenti sarebbe impari e non voglio violare il principio della parità delle armi“.

Emiliano dà la sua versione di cosa sia successo quella notte: “Il presidente della commissione, Francesco Boccia, ha confermato che l’emendamento era stato formulato. Dopodiché alle 4 di notte lasciando di stucco tutti, il governo ha sottratto la sua autorizzazione a presentarlo in commissione. La motivazione di questa decisione notturna spetta soltanto a De Vincenti. Non mi pare che lui o il premier abbiano giustificato questa retromarcia“.

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →