Berlusconi si ricandida: “Il centrodestra non ha bisogno di altri leader”

Le ultime dichiarazioni di Silvio Berlusconi: “Dovrei ritornare nella possibilità di ricandidarmi, e in quel caso il centrodestra non deve cercare altri leader”

Silvio Berlusconi ritorna in televisione oggi per una serie di interventi su varie reti: l’ex premier si spende per il “No” al Referendum ma tocca anche altri temi, tra cui la tanta discussa leadership del centrodestra. Nel pomeriggio poi torna all’Ospedale San Raffaele di Milano per alcuni controlli necessari dopo l’operazione. Infine “appare” a Napoli per un videomessaggio alla convention di Forza Italia nel capoluogo campano.

Se vincesse il No dovremmo aprire un tavolo con tutte le forze politiche del paese per fare una nuova legge elettorale“, ha detto il Cavaliere.

L’80enne ex presidente del consiglio si dice pronto a ricandidarsi come leader del centrodestra: unico ostacolo a suo dire, l’attesa per la sentenza di Strasburgo sulla legge Severino: “Sono assolutamente sicuro che (la sentenza, ndr) metterà in chiaro come non ci sia stata nessuna evasione da parte mia – ha detto in un’intervista a Rai Parlamento – E quindi io dovrei ritornare nella possibilità di ricandidarmi. In quel caso il centrodestra non avrebbe la necessità di cercare altri leader“.

Poi, ospite da Barbara D’Urso a Pomeriggio 5, parla di magistratura: “In 20 anni mi hanno fatto subire 73 processi, ho passato 2-3 pomeriggi a settimana con i miei avvocati. È stata l’indignazione che ho dovuto tenere dentro di me che mi ha provocato quello per cui ho subito l’operazione“.

Più tardi, all’uscita dall’ospedale, risponde ai giornalisti sulla data della sua possibile ricandidatura: “Ho detto che bisogna aspettare ancora un po’ e poi lo deciderò, sarà dopo il 4 dicembre“. In merito ai controlli in ospedale ha detto: “Bene bene, è tutto a posto… mi hanno detto che è tutto a posto“.

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →