Referendum Costituzionale 4 dicembre 2016: non c’è quorum, cosa significa

Il referendum è senza quorum

Mancano meno di due settimane al voto: gli elettori italiani sono chiamati a votare per il Referendum Costituzionale del 4 dicembre 2016. Trattandosi di un refendum di tipo confermativo, il quorum non c’è. Questo significa che il risultato del voto sarà valido a prescindere dal numero di voti espressi.

Si legge sul sito del Ministero dell’Interno:

Il termine quorum, di chiara provenienza latina, deriva dalla frase “quorum maxima pars” e sta a significare il numero legale, la maggioranza, istituti ancora oggi fondamentali negli organi e nelle decisioni collegiali.
Nel referendum confermativo, detto anche costituzionale o sospensivo, si prescinde dal quorum, ossia si procede al conteggio dei voti validamente espressi indipendentemente se abbia partecipato o meno alla consultazione la maggioranza degli aventi diritto, a differenza pertanto da quanto avviene nel referendum abrogativo.

Cosa significa che si vota senza quorum? Significa che non sarà necessario raggiungere un numero minimo di voti: si conteranno semplicemente i Sì e i No e vincerà chi avrà ottenuto più voti.

L’affluenza al referendum del 4 dicembre 2016 quindi non avrà alcuna incidenza sul risultato finale del voto.

Molto probabile invece che, a scrutinio terminato, l’affluenza sarà un dato utilizzato dagli schieramenti in campo per dare più o meno peso alla vittoria del Sì o del No.

Ultime notizie su Referendum

Tutto su Referendum →