Referendum, Renzi: “Se vince il No non ci sarà governo tecnico”

Renzi apre a confronti tv con Berlusconi e Grillo


Continua senza soste la campagna per il referendum del 4 dicembre: questa mattina Matteo Renzi è intervenuto a Rtl 102.5 parlando anche delle conseguenze a breve termine in caso di vittoria del No e dell’auspicato confronto tv tra i leader prima del voto.

Sull’ipotetica vittoria del No: “Non posso essere quello che si mette d’accordo con gli altri partiti per fare un governo di scopo o un governicchio. Il governo tecnico l’abbiamo avuto più volte e sonno salite le tasse. Se qualcuno vuole fare strani pasticci il giorno dopo li fa senza di me“.

Renzi si dice disposto a confronti tv con i leader avversari: “A quindici giorni dal voto, ribadisco che mi piacerebbe fare un confronto civile con Silvio Berlusconi e un confronto con Beppe Grillo, che sono i capi dei due partiti principali, insieme a quello che io rappresento. Possiamo farlo in radio, in tv: il problema non è dove farlo ma se accettano, ma mi piacerebbe un confronto civile, pacato“. Poi aggiunge: “Grillo dice che vuole che io mi confronti con uno più giovane: sono disposto a farlo con il figlio di Casaleggio“.

Dal presidente del consiglio anche una battuta sui complimenti nei suoi confronti fatti ieri da Silvio Berlusconi: “Con rispetto per Berlusconi, una volta mi definisce un pericoloso dittatore, un’altra volta un leader… non so perché abbia fatto quelle dichiarazioni“.

Ultime notizie su Referendum

Tutto su Referendum →