Van Avermaet ha vinto la Omloop Het Nieuwsblad 2016 davanti a Sagan | Video

Sul terzo gradino del podio il giovane belga Tiesj Benoot.

Uno straordinario Greg Van Avermaet ha ottenuto oggi la sua prima vittoria stagionale conquistando la 71esima edizione della Omloop Het Nieuwsblad. Il belga della BMC ha trionfato in casa propria battendo in uno sprint finale a ranghi ridotti il campione del mondo Peter Sagan della Tinkoff. A fare la differenza è stata probabilmente la preparazione dei due corridori fino a questo momento: l’iridato ha corso solo il Tour de San Luis e da più di un mese si è solo allenato senza gareggiare, Van Avermaet, invece, ha disputato il Tour of Qatar e il Tour of Oman dove si è peraltro comportato molto bene resistendo anche in salita.

Al terzo posto si è piazzato il giovane belga della Lott Soudal Tiesj Benoot, mentre Luke Rowe del Team Sky è rimasto fuori dal podio. Non ha partecipato allo sprint finale Alexis Gougeard dell’AG2R La Mondiale che, dopo essere stato in fuga tutto il giorno ed essere rimasto in testa con i primi quattro anche nei chilometri finali, ha mollato proprio nel finale arrivando con 6” di ritardo, mentre il gruppo, regolato da Jens Debuscchere della Lotto-Soudal è arrivato con 9” di ritardo.

Nei primi chilometri ci sono stati subito tanti attacchi, ma la vera fuga è stata costituita da dodici corridori: il già citato Alexis Gougeard, Julien Morice della Direct Energie, Kristian House della One Pro Cycling, Brian Van Goethem della Roompot Oranje Peloton, Maxime Farazijn della Topsport Vlaanderen-Baloise, Kevin Van Melsen della Wanty-Groupe Gobert, Shane Archbold della Bora-Argon18, Benoit Jarrier della Fortuneo-Vital Concept, Stef Van Zummeren e Kai Reus della Verandas Willems, Brecht Dmaen e Hugo Hofstetter della Cofidis.

Hofstetter è stato il primo a essere ripreso dal gruppo a 65 km dall’arrivo, poco prima che, sul Taaienberg, la testa della corsa cambiasse composizione: in fuga sono rimasti Gougeard, Reus, Morice e Dehane e a loro si sono aggiunti Sagan, Van Avermaet, Rowe e Benoot, mentre l’Etixx-Quick Step ha cercato di prendere le redini del plotone, ma la condotta di gara della squadra belga oggi è stata piuttosto deludente, tanto da non riuscire a piazzare nessuno in top-ten.

A 40 km dal termine c’è stata una caduta che ha coinvolto anche Philippe Gilbert della BMC, a questo punto la sua squadra ha puntato tutto su Van Avermaet, che tra l’altro era al comando della corsa. Il gruppo si è diviso in tronconi, mentre Sylvain Chavanel ha fatto muovere i suoi compagni della Direct Energie che però più che aumentare il ritmo in testa al plotone lo hanno rallentato favorendo così i fuggitivi che sono riusciti ad arrivare a giocarsi la vittoria negli ultimi chilometri con il gruppo ancora distante una decina di secondi. Sagan sembrava il favorito, essendo il migliore in volata, ma Van Avermaet lo ha anticipato ed è riuscito a staccarlo di quasi una bicicletta nel finale grazie al migliore stato di forma.

Questa la top ten della Omloop Het Nieuwsblad 2016:
1) Greg Van Avermaet (BMC) 4h 54’ 12”
2) Peter Sagan (Tinkoff) s.t.
3) Tiesj Benoot (Lotto-Soudal) s.t.
4) Luke Rowe (Team Sky) s.t.
5) Alexis Gougeard (AG2R La Mondiale) +6”
6) Jens Debusschere (Lotto Soudal) +9”
7) Adrien Petit (Direct Energie) +9”
8) Edward Theuns (Trek-Segafredo) +9”
9) Jasper Stuyven (Trek-Segafredo) +9”
10) Matthieu Ladagnous (FDJ) +9”