Terremoto, pubblicato il decreto per gli interventi urgenti

Il decreto urgente “Nuovi interventi urgenti in favore delle popolazioni e dei territori interessati dagli eventi sismici del 2016” è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Il decreto legge n. 205 dell’11 novembre 2016, Nuovi interventi urgenti in favore delle popolazioni e dei territori interessati dagli eventi sismici del 2016, è stato finalmente pubblicato in Gazzetta Ufficiale con entrata in vigore proprio dall’11 novembre. Si tratta del decreto urgente approvato la settimana scorsa dal Consiglio dei Ministri per far fronte all’emergenza provocata dal nuovo sisma del 26 ottobre scorso che ha messo in ginocchio il centro Italia e lasciato quasi 27 mila persone bisognose di assistenza, quasi tutte senza una casa agibile in cui poter rientrare.

In dodici articoli il decreto legge prova ad affrontare alcuni dei punti principali di questa emergenza, a cominciare dall’estensione del cratere del sisma rispetto a quanto già stabilito dopo il terremoto del 24 agosto scorso. Il compito di stilare l’elenco completo dei comuni inclusi nel cratere è stato affidato a Vasco Errani, Commissario straordinario di Governo alla Ricostruzione delle aree colpite dal Terremoto del Centro Italia.

Per conoscere quali comuni sono inseriti nel nuovo cratere del sisma, in definitiva, bisognerà attendere l’ordinanza firmata da Vasco Errani, che arriverà in data ancora da definire e terrà ovviamente conto delle richieste dei vari comuni coinvolti.

Il decreto stabilisce però fin da subito gli oneri previsti per le misure legate al terremoto, alla ricostruzione e agli interventi sul patrimonio artistico: 418,54 milioni di euro per il 2016, 346 milioni per il 2017, 280 milioni di euro per il 2018, 64 milioni per il 2019, 41 milioni per il 2020, 2 milioni per il 2021 e 0,14 milioni per il 2022 per un totale di oltre 1,1 miliari di euro.

L’articolo 2 affronta le disposizioni in materia di strutture e moduli abitativi provvisori da installare al posto delle tende:

i Sindaci dei Comuni interessati forniscono al Dipartimento della protezione civile le indicazioni relative alle aree da destinare agli insediamenti di container, immediatamente rimuovibili al venir meno dell’esigenza.

Nell’articolo 3 vengono illustrati gli incentivi alle attività agricole e produttive che hanno subito dei danni a causa del sisma, mentre l’articolo 4 contiene le Disposizioni concernenti il personale dei Comuni e del Dipartimento della protezione civile.

Nel testo trovano spazio, in vista del referendum del prossimo 4 dicembre, una serie di Norme transitorie per consentire il voto degli elettori fuori residenza a causa dei recenti eventi sismici in occasione del referendum costituzionale del 4 dicembre 2016.

A questo indirizzo potete consultare il testo integrale del decreto legge.

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →