Sondaggio referendum costituzionale: i “no” crescono ancora

La tendenza si inverte: i contrari alla riforma costituzionale hanno ricominciato a crescere.

Dopo qualche settimana, si inverte la tendenza relativa al referendum costituzionale. Secondo i sondaggi Emg trasmessi durante il TgLa7, i “no” hanno ricominciato a crescere a ritmi molto rapidi, ribaltando una tendenza che vedeva, nelle ultime settimane, i “sì” sempre in svantaggio ma in grado di recuperare terreno pescando nel campo degli indecisi.

Le cose sono invece andate al contrario nella settimana appena trascorsa: gli indecisi sono infatti scesi di otto decimali, ma di questi ben sette sono andati a favore dei contrari, mentre un solo decimale è andato nel campo dei favorevoli. Al momento, quindi, i “no” sono al 38,3% mentre i “sì” sono 34,8%. Tre punti e mezzo di distacco che rappresentano una cifra difficile da recuperare.

Ancor più difficile se si considera che finora la più grande opportunità per i favorevoli veniva proprio dal fatto che gli indecisi sembravano più propensi a votare a favore del “sì”, dando qualche speranza di rimonta a Renzi. Adesso, le cose sembrano essere cambiate. Chissà se Renzi troverà la chiave giusta per cambiare una situazione che, al momento, sembra disperata.

I Video di Blogo