Iraq, scoperta fossa comune alle porte di Mosul: oltre 100 vittime dell’ISIS

Durante il fine settimane i militari sono riusciti a prendere il controllo della periferia sud della città.

Continua l’avanzata delle forze speciali irachene a Mosul, iniziata ormai tre settimane fa. Durante il fine settimane i militari sono riusciti a prendere il controllo della periferia sud della città.

Lì, nella cittadina di Hamam al-Alil, in queste ore è stata scoperta una fossa comune contenente un centinaio di cadaveri, tutte vittime dei jihadisti dell’ISIS, molti decapitati e abbandonati lì in attesa di essere trovati e identificati.

Un team di esperti forensi, lo riferisce la stampa locale, è già partito da Baghdad per tutte le indagini del caso.

Intanto centinaia di combattenti Peshmerga, supportati dai raid aerei e dall’artiglieria della coalizione guidata dagli Stati Uniti, stanno invece tentando di riprendere la città di Bashiqa, a pochi chilometri ad est di Mosul, avanzando in tre diverse direzioni e respingendo i jihadisti dello Stato Islamico.

I Video di Blogo