Sondaggi referendum costituzionale: gli indecisi sono ancora tantissimi

Ma i contrari sono ancora ampiamente in vantaggio.

Chissà se alla fine si voterà davvero il 4 dicembre, visto che da più parti si inizia a chiedere un ulteriore rinvio per evitare una campagna elettorale nel bel mezzo della tragedia del terremoto. Ennesimo tatticismo o sincera volontà di dare la priorità alle cose davvero importante? Difficile a dirsi, quel che è certo è che a un mese esatto dal voto (forse) la situazione inizia a bloccarsi, rendendo sempre più difficile il recupero del “sì”.

Secondo i sondaggi Emg trasmessi da La7, i favorevoli alla riforma costituzionale rimangono invariati, al 34,7%. La piccola buona notizia per Renzi, però, è che i contrari invece scendono leggermente, arrivando al 37,6% (-0,2). E così, il distacco tra le due parti scende sotto i tre punti percentuali, abbastanza per riaprire la partita.

Soprattutto se si considera che oltre il 25% di chi dice che andrà sicuramente a votare, ancora oggi non sa che cosa voterà. Dovrà però prendere una decisione, e fino a questo momento la dinamica è sembrato che favorisse leggermente il “sì”, anche se non è affatto detto che sarà abbastanza per ribaltare la situazione.

I Video di Blogo