Atp Rio de Janeiro 2016: Nadal sconfitto da Cuevas che va in finale con Pella

Tennis. Atp Rio de Janeiro 2016. Nadal eliminato da Cuevas. L’uruguaiano affronterà in finale Guido Pella, a sua volta, sorprendente vincitore su Thiem

Atp Rio de Janeiro 2016. Pablo Cuevas elimina Nadal 6-7(6) 7-6(3) 6-4 e conquista la finale con Guido Pella , sorprendente vincitore nell’altra semifinale su Dominic Thiem 6-1; 6-4.

Altra, pesante, sconfitta per Rafa che non riesce davvero a ingranare nemmeno sulla superficie prediletta in questo inizio di stagione orribile. Bravo Cuevas ad approfittarne e a imporsi in una partita comunque equilibrata durata tre ore e mezza.

Buon inizio per Nadal nel primo set. Il break in apertura che lo lancia sul 3-0 viene subito vanificato dalla rimonta di Cuevas che impatta 3-3. La parità resiste fino al tie break nel quale è Rafa a risalire dal 2-4 al 6-4. Una risposta errata e un doppio fallo costano i due set point al maiorchino che comunque rimedia con altri due punti consecutivi dal 6-6, l’ultimo propiziato da un rovescio steccato del rivale.

Il secondo parziale comincia come il precedente ma a parti invertite. E’ Cuevas a prendersi per primo il break e a salire 1-4. Pablo conserva il vantaggio ma lo vanifica al momento di chiudere sul 3-5 quando Nadal gioca un gran game in risposta, lo breakka alla terza opportunità utile e completa la risalita (5-5). Cuevas continua a crederci e costringe Nadal a sventare due set point sotto 5-6. Il pressing dell’uruguaiano prosegue nel tie break e ottiene i suoi frutti con il 2-7 che allunga la contesa al terzo.

La terza frazione si accende nel sesto gioco. Nadal, avanti 3-2, si procura due palle break da 40-15 ma le spreca entrambe, la prima per merito di Cuevas che piazza un vincente, l’altra per un errore di dritto. Scampo il pericolo, nel game successivo, è Pablo a spezzare la parità. Suo il break nel settimo gioco che annichilisce Nadal, costretto ad annullare due match point in battuta, sotto 3-5; 15-40, prima di arrendersi al 6-4 che segna la terza sconfitta stagionale dopo quelle con Verdasco a Melbourne e Thiem, la scorsa settimana, a Buenos Aires.

Pella b. Thiem

Risultato alquanto sorprendente. Thiem decisamente sottotono nel primo set, giocato in condizioni difficili con un vento piuttosto sostenuto tale da condizionare la traiettoria dei colpi. Dilapidate cinque palle break nel secondo game, di cui tre da 0-40, per rimontare immediatamente il break subito in avvio, Thiem incassa uno score di 16-2 nei successivi quattro giochi con Pella che gli strappa il servizio, la terzo volta, sul 5-1.

Al vento è subentrata la pioggia con un’interruzione di circa 40 minuti, a inizio secondo set, che non ha giovato granché a Thiem. Al ritorno in campo, Pella non fatica a tenere la battuta e a mantenere il passo del rivale che rovina definitivamente la propria prestazione con il break subito, sotto 5-4, sancito dal doppio fallo sul 30-40 che regala il miglior risultato in carriera all’incredulo argentino (n°71 Atp).

Dall’1 circa, la seconda semifinale tra Nadal e Cuevas.

Atp Rio 2016 | Le semifinali

Atp Rio de Janeiro 2016. Stasera, dalle 22 ora italiana, le due semifinali, Thiem-Pella e Nadal-Cuevas.

E’ una sfida inedita quella tra Thiem e Pella. Per l’argentino, la semifinale del Rio Open, è il miglior risultato nel circuito maggiore in carriera dopo una lunga gavetta nei Challenger con 7 trofei all’attivo. Thiem, invece, è alla seconda semifinale consecutiva in una settimana dopo quella di Buenos Aires vinta contro Nadal, il giorno precedente il trionfo in finale con Almagro. In Argentina, l’austriaco ha avviato una serie di 8 successi di fila. L’ultimo acuto, ieri, contro Ferrer, dominato con un netto 6-3; 6-2. Indubbiamente, sarebbe una sorpresa, l’eventuale eliminazione di Thiem già certo di entrare tra i primi 15 del ranking Atp.

thiem-atp-rio-2016.jpg

A seguire, Nadal contende la finale a Cuevas. Dopo quello con Almagro, superato in due set (6-3; 7-5), altro test, sulla carta impegnativo per Rafa contro uno specialista della terra battuta. Rafa arriva alla semifinale dopo un inaspettato giorno di riposo in seguito al forfait di Dolgopolov, costretto a saltare il quarto di finale per un infortunio alla spalla destra.

Dovesse vincere, l’iberico conquisterebbe la seconda finale in tre edizioni del Rio Open, la 100esima in carriera. Lo scorso anno, arrivato in semifinale, venne sconfitto da Fognini. A Cuevas, il compito (quantomai difficile) di bissare l’impresa dell’azzurro…