Usa 2016, Hillary Clinton: l’Fbi riapre le indagini sull’emailgate

Jmes Comey, il direttore dell’Fbi, ha reso noto, in una missiva inviata a membri del Congresso, che saranno riaperte le indagini sulla Clinton. Verranno controllate nuove mail dell’allora segretario di Stato

Nonostante il timido recupero di Donald Trump negli ultimi sondaggi, la strada per la Casa Bianca per Hillary Clinton sembrava tutta in discesa. A sorpresa, pero, si riapre l’emailgate. La candidata democratica rischia di vivere gli ultimi dieci giorni di campagna elettorale in maniera molto turbolenta, con i riflettori della stampa puntati addosso e con il suo competitor repubblicano pronto a sfruttare la situazione.

Ieri, James Comey, il direttore dell’Fbi, ha reso noto, in una missiva inviata a membri del Congresso, che saranno riaperte le indagini sulla Clinton. Verranno controllate nuove mail dell’allora segretario di Stato, al fine di verificare se conntengono materiale classificato. Per parte sua, dallo Iowa, Clinton ha subito convocato una conferenza stampa nella quale ha dichiarato: “il popolo americano ha diritto sapere tutta la verità, immediatamente. E’ imperativo che l’Fbi spieghi”. Ed ha aggiunto :”le nuove mail non muteranno le conclusioni già raggiunte dalla polizia (lo scorso luglio ndr.)”. Ricordiamo che in quell’occasione l’agenzia federale aveva archiviato l’inchiesta sull’emailgate, escludendo responsabilità di carattere penale.

Facciamo inoltre presente che, contemporaneamente alla riapertura del caso sull’emailgate, The Journal News sta cavalcando un altro scandalo. I coniugi Clinton avrebbero ristrutturato una proprietà immobiliare senza ottenere preventivamente i permessi necessari. A tali accuse lo staff di Hillary non ha ancora replicato.

Trump ha dato la notizia dell’inchiesta dell’Fbi durante un comizio a Manchester, in New Hampshire. Naturalmente c’è andato subito giù pesante, accusando la sua competitor di voler “portare il suo schema criminale nello studio ovale”.

Ad oggi, secondo Real Clear Politics Clinton ha un vantaggio di cinque punti su Trump. Tuttavia, segnaliamo che le accuse di aver utilizzato un server privato per ricevere mail classificate hanno creato forti malumori nell’opinione pubblica nei confronti dell’ex segretario di Stato durante l’ultimo anno di campagna elettorale.

Ultime notizie su Elezioni USA

Tutto su Elezioni USA →