Sondaggi politici, 26 ottobre 2016: il M5S a un passo dal PD

I sondaggi politici confermano le difficoltà del Partito Democratico.

È bastato che Matteo Renzi si allontanasse per qualche giorno dagli schermi della televisione e, sembrerebbe, il Partito Democratico ha già ricominciato ad avere non poche difficoltà. Ma con il referendum che si avvicina giorno dopo giorno, ogni inciampo rischia di avere conseguenze molto pesanti sul proseguio del governo.

Come sempre avviene, ogni passo indietro del Pd diventa un passo avanti del Movimento 5 Stelle, che guadagna qualche decimale nei sondaggi Emg trasmessi al TgLa7 e si porta a un passo dal Partito Democratico. Il fatto che, tra l’altro, il partito di Beppe Grillo si stia facendo alfiere di una battaglia per dimezzare lo stipendio dei parlamentari, tra l’altro, fa pensare che nuovi progressi nei sondaggi, a breve termine, siano più che probabili.

Poco si muove invece sotto gli altri fronti: la Lega Nord scende di sei decimali (arriva all’11,7%), mentre Forza Italia guadagna qualcosa appaiandosi al partito di Salvini. Tra l’altro, la difficile situazione che si sta verificando a Goro e Gorino – dove i residenti si ribellano all’arrivo di una ventina di profughi (donne e bambini) – potrebbe mettere ulteriormente in difficoltà il Pd e invece avvantaggiare la Lega, che da parecchio tempo non riesce più a trovare un vero e significativo spazio politico.