USA 2016, sondaggi: Clinton aumenta ancora il vantaggio

Nei sondaggi sulla corsa di Clinton e Trump, la vittoria della ex first lady sembra ormai scontata.

Se Donald Trump non è riuscito a scuotere l’elettorato nemmeno nel terzo dibattito (e pare che no, non ci sia riuscito), per lui le chance di ribaltare un risultato che era scontato fin dall’inizio appaiono più piccole che mai. Lo avevano detto, alcuni commentatori: per qualche mese i mass media vi costringeranno a credere che la vittoria di Trump sia possibile, per tenere alto l’hype, ma alla fine lo sappiamo tutto che vincerà la Clinton.

E in effetti pare che le così stiano andando così, con la differenza che Donald Trump è riuscito da solo ad affossare una candidatura che il sistema dei media avrebbe preferito tenere a galla ancora un po’, esagerando nelle stupidaggini e a causa dei video supercompromettenti che sono stati scovati.

Il risultato, insomma, è che secondo i sondaggi di RealClearPolitics la forbice tra i due continua ad allargarsi: al momento Hillary Clinton sarebbe in vantaggio di 6,5 punti sul rivale, un dato che rappresenta un’enormità e che difficilmente può essere ribaltato.

schermata-2016-10-20-alle-10-55-17.png

Attenzione però, perché negli Stati Uniti non conta il dato nazionale, ma contano quanti stati si conquistano e quanto importanti questi sono (più abitanti hanno, più aumenta il loro peso specifico). Da questo punto di vista, c’è un caso estremamente interessante: il Texas. Storico stato repubblicano, al momento non viene annoverato tra i “solid state” repubblicani, non viene nemmeno annoverato tra i “likely state”; secondo RCP è solo incline a votare repubblicano.

E infatti il vantaggio della Clinton, anche guardando agli stati, è davvero importante.

Ultime notizie su Elezioni USA

Tutto su Elezioni USA →