Sondaggi politici, 19 ottobre 2016: crolla il Movimento 5 Stelle

Nei sondaggi politici torna a crescere il Partito Democratico.

I sondaggi politici tornano a premiare il Partito Democratico: merito da una parte della pesante presenza in video di Matteo Renzi, che si sta spendendo ovunque per non fallire il super-decisivo match sul referendum costituzionale, dall’altra per le misure annunciate in legge di stabilità, e infine, da non sottovalutare, perché il voto del 4 dicembre sta facendo aumentare il tasso di (promessa) partecipazione, andando a premiare il partito che registra più voti e meno entusiasmo (e che quindi in tanti, in questa fase, voterebbero anche se non così volentieri).

Andiamo ai numeri: il Partito Democratico conquista otto decimali e sale al 31,5%. Da notare come il Movimento 5 Stelle perda invece la stessa dote di punti (o quasi) calando dello 0,6 e scendendo al 29,6%. Cala di mezzo punto la Lega Nord (12,3%) e di altrettanto cresce Forza Italia (11,3%). Sostanzialmente stabili tutti gli altri.

In caso di ballottaggio, però, la crescita del Pd e il contemporaneo calo di consensi del M5S non influirebbero più di tanto: sarebbe comunque il M5S a uscire ampiamente vincitore: 53,2% contro 46,8%. Nelle altre ipotesi: il Pd batterebbe il Centrodestra, che perderebbe sonoramente contro il M5S.