Scherma, Spada: Enrico Garozzo d’oro. Le ragazze dicono addio a Rio 2016

La squadra femminile di spada non si qualifica alle Olimpiadi.

Enrico Garozzo illumina un weekend piuttosto triste per la spada italiana. Il siciliano classe 1989 a Vancouver ha conquistato il suo primo oro in carriera in Coppa del Mondo ed è l’ottava volta in totale che sale sul podio. Malissimo invece è andata la nazionale di spada femminile: a Buenos Aires le azzurre sono uscite tutte al primo turno nella gara individuale e in quella a squadre sono state eliminate ai quarti dalla Russia e hanno dovuto dire addio al sogno olimpico.

Ma torniamo a Garozzo che in finale ha battuto per 15-13 il tedesco Constantin Boehm e che attraverso il suo profilo Facebook ha commentato: “È stata una giornata fantastica”, mentre il suo maestro Dario Chiadò ha spiegato:

“Enrico ha saputo sciogliere la tensione che lo teneva contratto nei primi assalti, realizzando poi un crescendo conclusosi con il successo in semifinale contro il sudcoreano Park. In finale è poi stato abile a gestire l’ansia e la voglia di vincere in un assalto complicato sotto l’aspetto emozionale”

In semifinale, infatti, Garozzo ha eliminato per 15-9 Sangyoung Park, mentre per quanto riguarda gli altri turni, nel primo ha avuto la meglio sullo svizzero Florian Staub per 15-13, poi ha battuto ai sedicesimi un altro svizzero, Peer Borsky, per 10-6, agli ottavi ha fatto fuori il francese Yannik Borel per 15-13 e ai quarti ha avuto la meglio per 15-6 contro il russo Vadim Anokhin.

Per quanto riguarda gli altri azzurri, Paolo Pizzo è uscito ai quarti contro l’israeliano Yuval Freilich che lo ha battuto per 15-8, mentre Andrea Santarelli e Andrea Vallosio sono usciti al primo turno e Andrea Baroglio, Marco Fichera, Luca Ferraris, Gabriele Bino, Fabrizio Citro, Andrea Cipriani e Lorenzo Bruttini non hanno superato le qualificazioni.

Foto © Federscherma