Rugby, Sei Nazioni 2016 | Italia ko con l’Inghilterra 9-40 | 14 febbraio 2016

Rugby. Sei Nazioni 2016. L’Inghilterra batte l’Italia 9-40 nel match disputato oggi all’Olimpico. Crollo degli azzurri nella ripresa. Tre mete di Joseph

  • 14.45

    Tra poco l’ingresso in campo di Italia e Inghilterra. L’Olimpico si va riempiendo. Cielo nuvoloso ma non piove

  • 14.55

    Squadre in campo per gli inni nazionali

  • 14.58

    Terminati gli inni. Tutto pronto per l’inizio del match

  • 1′

    INIZIATO IL PRIMO TEMPO. Calcio d’inizio per l’Inghilterra

  • 1′

    In avanti dell’Italia nel recupero palla. Mischia per l’Inghilterra

  • 2′

    L’Inghilterra vince la mischia e attacca. L’Italia sventa e Canna si rifugia in rimessa

  • 3′

    L’Italia recupera palla dopo la rimessa inglese e imposta la prima azione offensiva che si conclude però con un in avanti

  • 5′

    Rimessa per l’Inghilterra nella metà campo azzurra. Altro recupero per l’Italia che riparte e si porta nei 22 avversari

  • 6′

    Garcia viene trascinato oltre la linea del fallo laterale nei 22 inglesi. Rimessa per gli ospiti

  • 7′

    L’Inghilterra sbaglia la rimessa. L’Italia recupera e va un passo dalla meta con McLean che sbaglia il passaggio decisivo per Cittadini. C’era un fuorigioco inglese in precedenza. Punizione per gli azzurri piazzabile

  • 8′

    PUNIZIONE DI CANNA A SEGNO. Italia in vantaggio 3-0

  • 10′

    Mischia per l’Inghilterra nella metà campo dell’Italia

  • 11′

    Fallo in mischia dell’Italia. Punizione Inghilterra che decide di andare per i pali dai 27 metri

  • 12′

    PUNIZIONE DI FARRELL. L’Inghilterra pareggia immediatamente. 3-3

  • 13′

    Inghilterra di nuovo in avanti nella metà campo azzurra. Fallo di Ford. Mischia Italia in posizione pericolosa. Nel frattempo esce Fuser per una botta in testa. Entra Bernabò

  • 15′

    L’Italia vince la mischia e cerca di alleviare la pressione inglese. Perdiamo subito palla e l’Inghilterra prova a impensierirci di nuovo e guadagna un’altra punizione da posizione favorevole

  • 16′

    PUNIZIONE DI FORD. Inghilterra avanti 3-6.

  • 17′

    L’Italia guadagna subito dopo il vantaggio inglesi una punizione per fallo in raggruppamento degli avversari. Canna proverà a segnarla

  • 18′

    PUNIZIONE DI CANNA. Bella realizzazione del 10 azzurro da posizione angolata. Nuova parità. 6-6

  • 20′

    Momento favorevole all’Italia. Altra scorrettezza inglese. McLean calcia in rimessa. Sugli sviluppi, gli inglesi commettono un altro fallo in raggruppamento. Altra punizione per gli azzurri

  • 21′

    Garcia prova la trasformazione da oltre 30 metri ma la palla finisce di poco a lato

  • 23′

    META INGHILTERRA CON FORD. Il forcing inglese produce un recupero palla nei 22 azzurri, rapida ripartenza e il 10 inglese insacca indisturbato

  • 25′

    Farrell non trasforma la meta e colpisce il palo. Inghilterra in vantaggio, 6-11

  • 27′

    L’Italia prova a reagire e ottiene una rimessa nei pressi dei 22 avversari

  • 28′

    L’azione offensiva dell’Italia si esaurisce con la palla persa da Garcia. L’Inghilterra riparte

  • 29′

    Ford con un’imbeccata manda palla in rimessa a 5 metri dalla linea di meta azzurra. Italia costretta a riprendere il gioco sotto pressione

  • 30′

    Si salva l’Italia con Gori che ricaccia il pallone in rimessa oltre la metà campo inglese. Esce anche Zanni per una contusione in testa

  • 31′

    L’Italia recupera palla dalla rimessa inglese. Siamo nella metà campo avversaria ma Canna sbaglia il lancio di piede e manda la palla oltre la meta inglese.

  • 32′

    L’Italia riprende il possesso dopo il rilancio inglese dai 22 ma l’azione offensiva seguente si esaurisce in rimessa. Inghilterra costretta a riprendere il gioco nei 22

  • 32′

    Altra perdita pesante per l’Italia. Dopo Fuser e Zanni, fuori anche Garcia per un infortunio muscolare. Entra Pratichetti

  • 33′

    Mischia per l’Italia nei pressi dei 22 avversari. L’Inghilterra amministra quasi con supponenza e consente agli azzurri di rendersi pericolosi

  • 34′

    Punizione per l’Italia per placcaggio alto su Parisse. Canna può segnare

  • 35′

    PUNIZIONE DI CANNA a segno. L’Italia accorcia. 9-11 per l’Inghilterra

  • 37′

    L’Inghilterra gioca con poca convinzione. Altro errore in raggruppamento. McLean va in rimessa nei pressi dei 22 avversari

  • 38′

    L’Italia sbaglia la rimessa ma recupera prontamente il pallone. Canna cerca di imbeccare Parisse al volo ma Watson chiama il mark

  • 39′

    L’Inghilterra prova a imbastire un’ultima azione d’attacco prima del fine del primo tempo

  • 40′

    L’Italia sventa l’ultima azione d’attacco inglese. IL PRIMO TEMPO FINISCE con l’Inghilterra avanti 9-11.

  • 16.00

    COMINCIATO IL SECONDO TEMPO

  • 42′

    Mischia per l’Italia a metà campo

  • 43′

    L’Inghilterra recupera e rilancia. Un calcio di Ford mette in difficoltà Parisse costretto a rifugiarsi in rimessa a 2 metri dalla nostra linea di meta

  • 44′

    L’Inghilterra vince la rimessa ma il pilone fa blocco sulla difesa azzurra. Punizione Italia che può liberare

  • 46′

    Inghilterra di nuovo in proiezione offensiva. McLean intercetta al volo il lancio al volo di Ford. Haskell lo placca in aria ed evita l’ammonizione. Punizione Italia che può andare in rimessa

  • 48′

    L’Italia guadagna un calcio di punizione. Canna tenta la trasformazione. Siamo a 30 metri dai pali inglesi

  • 49′

    Canna fallisce la realizzazione del calcio di punizione che finisce di poco a lato. Peccato. I 3 punti ci avrebbero consentito di sorpassare gli inglesi

  • 50′

    Altra scorrettezza dell’Inghilterra in raggruppamento. Punizione Italia. Andiamo in rimessa.

  • 51′

    L’Italia conserva il possesso palla ma l’Inghilterra riesce a liberare

  • 52′

    META INGHILTERRA con JOSEPH. Ingenuità pazzesca della difesa azzurra. Perdiamo palla in disimpegno con Sarto, Intercetto dell’11 inglese che si invola tra i pali. Meta evitabilissima che può cambiare definitivamente la partita.

  • 53′

    FARRELL TRASFORMA LA META. Inghilterra in vantaggio 18-9

  • 56′

    Momento difficile per l’Italia dopo la meta subita. L’Inghilterra guadagna una punizione in seguito a una mischia e Farrell va in rimessa nei pressi della linea di meta

  • 57′

    META INGHILTERRA. Segna ancora Joseph. Imbeccato da un assist mirabile al piede di Ford, Joseph deve solo schiacciare

  • 58′

    FARRELL TRASFORMA LA META. L’Inghilterra prende il largo. 9-23.

  • 60′

    Esce Canna. Entra Padovani. Ora gli azzurri devono limitare il passivo.

  • 61′

    Punizione Inghilterra per fallo in mischia dell’Italia

  • 62′

    FARRELL SEGNA LA PUNIZIONE del 28-9 per l’Inghilterra. Punteggio troppo pesante per gli azzurri, usciti dal match dopo la prima meta di Joseph

  • 64′

    L’Italia, con orgoglio, sfiora la meta con Campagnaro. L’Inghilterra si salva ma commette fallo. L’Italia rimane in attacco con la rimessa

  • 66′

    Svanisce l’azione d’attacco dell’Italia. Vunipola recupera palla dopo la rimessa e Care libera oltre la mediana

  • 67′

    L’Italia prova ad attaccare di nuovo e si riporta a ridosso dei 22 avversari

  • 68′

    Nulla di fatto per l’ultimo attacco italiano. Gioco fermo. Girandola di cambi per l’Inghilterra

  • 70′

    Italia costretta a rimettere palla nei pressi dei propri 22. La partita ormai è segnata. Troppo ampio il divario inglese

  • 70′

    META INGHILTERRA. Tripletta per Joseph. Gli inglesi recupera palla dopo la rimessa e servono l’immarcabile ala che insacca per la terza volta,

  • 73′

    META INGHILTERRA. Segna Farrell. L’Italia non c’è più. Il punteggio ora è davvero troppo pesante. Lo stesso Farrell trasforma. 40-9.

  • 75′

    Sfiduciati e stanchi gli azzurri, non mantengono più palla. L’Inghilterra è di nuovo in zona attacco

  • 77′

    L’Italia sventa l’ennesima offensiva inglese e guadagna una punizione. Risaliamo il campo in rimessa

  • 79′

    L’Italia chiude la partita in attacco ma l’Inghilterra ci ferma

  • 16.45

    E’ FINITA. Inghilterra batte Italia 40-9. Sconfitta pesante per gli azzurri rimasti in partita per un’ora prima di crollare nel finale

Rugby. Sei Nazioni 2016Italia sconfitta dall’Inghilterra, 9-40, nel match disputato domenica 14 febbraio all’Olimpico.

Punteggio pesante per gli azzurri rimasti in partita fino al 53° minuti quando la prima delle tre mete di Joseph sul 9-11, scaturita da un’ingenuità della nostra difesa in disimpegno, ha avviato il largo successo degli inglesi ora al comando in classifica generale con la Francia con 4 punti. L’Italia tornerà in campo sabato 27 febbraio con la Scozia, a Roma.

Il Live di Italia-Inghilterra

Rugby, Sei Nazioni ’16 | Presentazione Italia-Inghilterra

Rugby. Sei Nazioni 2016. Dalle 15, seguiremo in diretta tempo reale, Italia-Inghilterra, match della seconda giornata del torneo.

Si gioca allo Stadio Olimpico di Roma, gremito di pubblico per l’esordio casalingo degli azzurri, reduci dalla sconfitta, di misura (23-21), subita in extremis, una settimana fa, a Parigi dalla Francia, capolista in classifica dopo la seconda vittoria ottenuta ieri con l’Irlanda a St.Denis (10-9). L’Inghilterra, invece, gioca per la seconda volta consecutiva in trasferta dopo il debutto vincente con la Scozia a Murrayfield (9-15).

Gli inglesi rappresentano per l’Italia un autentico tabù. Mai gli azzurri sono riusciti a batterli nel Sei Nazioni e non solo. Difficile riuscirci anche oggi ma la bella prova di Parigi alimenta quantomeno l’ambizione di ben figurare al cospetto di una squadra indubbiamente più forte e in ricostruzione dopo il disastroso Mondiale casalingo che ha provocato anche l’avvicendamento in panchina con Lancaster sostituito da Eddie Jones, ex c.t del Giappone, sorpresa dell’ultima rassegna iridata.

italia-inghilterra-diretta-rugby-sei-nazioni-2016.jpg

Un solo cambio per l’Italia rispetto al match d’esordio con McLean che sostituisce Odiete nel ruolo di estremo. Gli inglesi, invece, si presentano all’Olimpico con alcune novità. Youngs sostituisce Care a mediano di mischia mentre Courtney Lawes sostituisce Launchbury. Confermato Ford all’apertura con Farrel e Joseph coppia di centri.

Un XV di grande livello quello allenato da Jones che non spaventa, tuttavia, capitan Parisse che sprona i suoi a non commettere gli errori del passato quando, a una prestazione convincente, è spesso seguita una sconfitta pesante e deludente

L’obiettivo è ripetere Parigi, dal punto di vista fisico e mentale. Quella inglese è una squadra di fuoriclasse, motivatissimi dopo la delusione del mondiale. Loro sono più forti, è vero. Ma noi daremo battaglia. Su ogni punto di incontro. Ogni zolla di terreno. E se negli ultimi 10 minuti saremo ancora in partita, allora potrebbe succedere di tutto

La speranza è che la previsioni del Capitano si realizzi…

Rugby, Italia-Inghilterra | Le Formazioni

ITALIA: 15 McLean, 14 Sarto, 13 Campagnaro, 12 Garcia, 11 Bellini, 10 Canna, 9 Gori, 8 Sergio Parisse, 7 Zanni, 6 Minto, 5 Biagi, 4 Fuser, 3 Cittadini, 2 Gega, 1 Lovotti.
A disposizione: 16 Giazzon, 17 Zanusso, 18 Castrogiovanni, 19 Bernabò, 20 Steyn, 21 Palazzani, 22 Padovani, 23 Pratichetti.

INGHILTERRA: 15 Brown, 14 Watson, 13 Joseph, 12 Farrell, 11 Nowell, 10 Ford, 9 Youngs, 8 Vunipola, 7 Haskell, 6 Robshaw, 5 Kruis, 4 Lawes, 3 Cole, 2 Hartley, 1 Vunipola

A disposizione: 16 George, 17 Marler, 18 Hill, 19 Itoje, 20 Launchbury, 21 Clifford, 22 Care, 23 Goode

ARBITRO: Glen Jackson (Nuova Zelanda)

Ultime notizie su Sei Nazioni

Tutto su Sei Nazioni →