USA 2016: chi ha vinto il secondo dibattito tra Trump e Clinton?

Per questa volta, il candidato repubblicano è riuscito a limitare i danni.

Considerato quanto fossero basse le aspettative nei confronti di Donald Trump, la sensazione è che sia riuscito a “vincere” questo secondo dibattito semplicemente grazie allo scarto che c’è stato tra le aspettative e la realtà dei fatti, che l’ha visto riuscire a combattere e a galvanizzare le sue truppe in uno dei momenti più difficili della sua campagna elettorale, in cui il PussyGate sembra aver fatto traboccare il vaso.

Hillary Clinton ha in qualche modo accettato che lo scontro finisse sul personale, e ha così aiutato Donald Trump ad andare su un terreno a lui favorevole, non fosse altro perché non aveva niente da perdere. E così, ha potuto ripetere che quelle sue tremendi frasi sulle donne sono “roba da spogliatoio” segnalando come sia squallido tirare fuori un video di dieci anni fa. Ma soprattutto ha mostrato come in sala ci fosse le tre donne che accusano Bill Clinton si stupro e molestie oltre a continuare a picchiare duro sulla questione delle e-mail (“Fosse per me, la signora Clinton sarebbe in galera”, è riuscito a dire).

Da parte sua, Hillary è riuscita non cadere nella trappola e a non perdere la pazienza, mentre Donald in più di un’occasione è sembrato arrivare al punto di ebollizione. Difficile capire se questo secondo dibattito possa resuscitare qualche speranza per Trump, quel che è certo è che la Clinton non ha messo a segno il colpo del ko. Ma si sa, quando si parte già sconfitti è facile riuscire a resistere; e Trump sembra aver fatto proprio questo: resistere ancora un po’ facendo appello ai suoi elettori e motivandoli anche attraverso l’odio nei confronti della Clinton; nel frattempo, però, il fuggi fuggi dei candidati repubblicani continua.

Ultime notizie su Donald Trump

Tutto su Donald Trump →