Siria, monsignor Joseph Tobji alla Camera: “Terza guerra mondiale”

L’arcivescovo maronita di Aleppo ha proposto un piano in tre punti.

L’arcivescovo maronita di Aleppo monsignor Joseph Tobji è intervenuto oggi alla Camera dei Deputati in una conferenza stampa organizzata e promossa dal Movimento 5 Stelle sulla guerra in Siria e la tragedia di Aleppo. Le parole pronunciate dall’arcivescovo sono drammatiche: monsignor Tobji è arrivato a definire la guerra civile siriana “Terza guerra mondiale” e denuncia:

“Noi viviamo con la morte. Non si sa mai quando e come verremo colpiti da un missile, da un razzo, da una pallottola, perchè i terroristi sparano a tutto spiano senza distinzione. […] Oggi abbiamo lanciato un grido alle coscienze del mondo affinchè cessi questa guerra immorale”

L’arcivescovo di Aleppo ha proposto un piano di pace in tre punti, partendo dalla cessazione della vendita delle armi, al sollevamento delle sanzioni sulla Siria e su un piano di cooperazione per bloccare il flusso dei mujaheddin che vanno in Siria dagli altri Paesi.

L’arcivescovo, inoltre, accusa la stampa di raccontare una mezza verità, quella che vede il presidente Assad come primo e spesso unico responsabile:

“Il mondo non sa cosa sta succedendo. Bisogna raccontare che c’è gente che vuole vivere bene, continuare a vivere con questo mosaico bello che c’era prima, che c’è gente che non vuole la guerra”