Vuelta Valenciana 2016, quarta tappa: capolavoro di Poels. Aru 4°, Formolo 7° | Video

Wouter Poels ha consolidato il suo primato in classifica che non può essere intaccato nell’ultima tappa in programma domani a Valencia.

Wouter Poels, dopo essersi aggiudicato la cronometro individuale che ha aperto la Volta a la Comunitat Valenciana 2016 e aver difeso la maglia di leader nelle due tappe successive, oggi, nella tappa regina, ha consacrato la sua leadership che non può essere ormai più messa in discussione. L’olandese del Team Sky si è imposto nettamente nella frazione di 141,30 km da Orihuela a Xorret de Catí tenendo a bada gli attacchi degli avversari dell’Astana anche grazie all’aiuto della sua spalla Beñat Intxausti che alla fine si è piazzato al secondo posto con un ritardo di 23”. Al terzo posto troviamo Jon Izaguirre della Movistar, mentre quarto si è piazzato Fabio Aru dell’Astana che è stato a lungo aiutato da un ottimo Diego Rosa. In top-ten c’è anche un altro italiano, Davide Formolo della Cannondale, che dimostra sempre più di essere un corridore adatto alle salite.

C’è voluto molto tempo prima che il gruppo lasciasse andare una fuga oggi, ce l’hanno fatta Yves Lampaert dell’Etixx-Quick Step, Matti Breschel della Cannondale, Vegard Stake Laengen della IAM, Sjoerd Van Ginneken del Team Roompot, Andrea Pasqualon del Team Roth, Aitor Gonzalez dell’Euskadi Basque e Liam Bertazzo della Southeast-Venezuela. André Gonçalves della Caja Rural e Artem Samolenkov della Lokophinkx hanno provato a rientrare sui fuggitivi, ma non ce l’hanno fatta e si sono fatti riprendere dal gruppo.

Il vantaggio dei battistrada non è andato oltre i tre minuti e mezzo a 10 km dall’arrivo sono stati tutti ripresi. Sulla salita di Xorret de Catí c’è stata grande battaglia grazie all’Astana che ha provato ad attaccare con i suoi uomini di punta, Paolo Tiralongo in testa al gruppo ha fatto selezione e ha preparato il terreno per l’attacco di Fabio Aru e Diego Rosa. Wout Poels, però, si è attaccato alla ruota di Aru e quando si è accorto che i due italiani non ne avevano più, mentre nel frattempo al terzetto di testa di erano aggregati anche Daniel Navarro della Cofidis e Jon Izagirre della Movistar, l’olandese è partito all’attacco e ha lasciato tutti sul posto mentre il suo compagno Beñat Intxausti è rientrato sugli inseguitori e li ha tenuti a bada riuscendo anche a piazzarsi davanti a loro, proprio alle spalle dell’ottimo Poels.

Questi i primi dieci al traguardo della tappa regina:
1) Wouter Poels (Team Sky) 3h 26’ 32”
2) Beñat Intxausti Elorriaga (Team Sky) +23”
3) Jon Izagirre Insausti (Movistar) +23”
4) Fabio Aru (Astana) +25”m da Orihuela a Xorret de Catí
5) Daniel Navarro Garcia (Cofidis, Solutions Crédits) +25”
6) Luis Leon Sanchez Gil (Astana) +31”
7) Davide Formolo (Cannondale) +38”
8) Sergey Firsanov (Gazprom Rusvelo) +38”
9) Tom Jelte Slagter (Cannondale) +38”
10) Javier Moreno Bazan (Movistar) +38”

Questi i primi dieci della classifica generale quando manca una sola tappa al termine:
1) Wouter Poels (Team Sky) 12h 03’ 26”
2) Luis Leon Sanchez Gil (Astana) +46”
3) Beñat Intxausti Elorriaga (Team Sky) +56”
4) Jon Izagirre Insausti (Movistar) +1’ 01”
5) Javier Moreno Bazan (Movistar) +1’ 10”
6) Fabio Aru (Astana) +1’ 26”
7) Diego Rosa (Astana) +1’ 27”
8) José Herrada Lopez (Movistar) +1’ 31”
9) Daniel Navarro (Cofidis, Solutions Crédits) +1’ 34”
10) Leopold König (Team Sky) +1’ 50”