Brasile, caso Petrobras: Lula accusato formalmente di essere a capo di un sistema di corruzione

Accuse durissime del pm all’ex presidente del Brasile. La difesa: “è una farsa”

Fino a qualche tempo fa sembrava destinato ad essere ricordato come il presidente più amato della storia del Brasile, ma ora si trova in una posizione delicatissima. Il pubblico ministero, Deltan Dallagnol, capo dell’inchiesta “Lava Jato”, che cerca di fare luce sui fondi neri di Petrobras, ha formulato accuse pensatissime nei riguardi di Luiz Inácio Lula da Silva (meglio noto come Lula). L’ex leader del Partito dei Lavoratori (Pt) sarebbe stato a capo di un sistema di corruzione finalizzato a sviare denaro pubblico per favorire arricchimento illecito e l’acquisto dei voti di parlamentari, e per finanziare dispendiose campagne elettorali.

L’ex presidente e sua moglie sono stati accusati di aver ricevuto tangenti da parte della società Oas, coinvolta nello scandalo Petrobras (compagnia brasiliana del petrolio). Ora il futuro di Lula, che ha recentemente dichiarato la sua intenzione di ricandidarsi alle elezioni presidenziali del 2018, è nella mani del giudice Sergio Moro, che viene considerato dai suoi detrattori come acerrimo nemico del Pt.

Come riporta il quotidiano El Pais, Dallagnol, mostrando alla corte il meccanismo di corruzione che ha sottratto denaro pubblico dalle casse dello Stato, ha sentenziato: “senza il potere di decisione di Lula, questo schema (illecito ndr.) sarebbe stato impossibile”. Ed ha aggiunto: “Dopo il suo insediamento come presidente, Lula ha predisposto la formazione di un sistema di sottrazione criminale di fondi pubblici al fine di mantenere il potere”.

Fino ad oggi, Lula non era mai stato accusato formalmente di corruzione e riciclaggio in nessuna delle tre inchieste (tutte collegate allo scandalo Petrobras) in cui è coinvolto. Gli avvocati dell’ex presidente hanno definito le accuse di Dallagnol “una farsa”.

Sul caso è intervenuta anche, Dilma Rousseff, recentemente destituita dalla carica presidenziale in seguito al contestatissimo impeachment che l’ha coinvolta. L’ex mandataria ha dichiarato: “certamente, l’ex presidente saprà come difendersi e la gente saprà come reagire”.

I Video di Blogo