Omicidio trans Brenda: parla il suo ex fidanzato “era d’accordo con i Carabinieri nel ricattare i clienti più facoltosi”

Il giallo sulla morte di Brenda, la transessuale legata al caso Marrazzo trovata morta nella sua abitazione romana di via Due Ponti, si arricchisce di nuovi elementi che potrebbero complicare ancor di più le indagini.I tecnici della polizia continuano a recuperare i file dal suo computer – si parla di circa 130 GB di materiale,


Il giallo sulla morte di Brenda, la transessuale legata al caso Marrazzo trovata morta nella sua abitazione romana di via Due Ponti, si arricchisce di nuovi elementi che potrebbero complicare ancor di più le indagini.

I tecnici della polizia continuano a recuperare i file dal suo computer – si parla di circa 130 GB di materiale, oltre 60.000 file video – e dopo le dichiarazioni rilasciate dalla trans Natalì a Porta A Porta, il quadro di Brenda viene completato dall’ex spacciatore Giorgio T., 41 anni, ex convivente di Brenda.

Secondo l’uomo, Brenda portava avanti una seconda professione che consisteva nel ricattare i suoi clienti più facoltosi. Il suo racconto conferma quanto detto da Natalì, e aggiunge che Brenda aveva stretto un accordo con alcuni carabinieri, gli stessi coinvolti nel caso Marrazzo: inizialmente li avrebbe aiutati ad incastrare alcuni pusher, poi sarebbe stata convinta da loro ad iniziare il giro di ricatti.

Grazie a telecamere nascoste, la trans riprendeva gli incontri con personaggi ricchi – si parla anche di una decina di vip – per poi chiedere ingenti somme per distruggere tali prove e non provocare scandali.

Giorgio T. ha anche ammesso di esser rimasto in buoni rapporti con Brenda e di averla accompagnata a casa la sera della sua morte: “era ubriaca ma non depressa, voleva tornare in Brasile“.

Va anche sottolineato che Giorgio T. in passato era stato arrestato da Carlo Tagliente e Nicola Testini, due dei carabinieri coinvolti nello scandalo, e alla luce di questo gli inquirenti stanno cercando di valutare se le sue dichiarazioni sono veritiere o se è soltanto un modo per vendicarsi dei due agenti.

Via | TgCom

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →