Rugby & Televisione: la palla ovale celtica, Cenerentola per la Rai

L’ennesimo insulto dell’Emittente di Stato nei confronti della RaboDirect Pro 12 avverrà nell’ultimo turno del torneo.

E’ stato un matrimonio nato male e che finisce peggio. Sperando finisca per sempre. Quello tra la Rai, il cosiddetto servizio pubblico, e la RaboDirect Pro 12. Mentre ancora non si capisce se in Italia vedremo le semifinali e la finale celtica – e sarebbe scandaloso se non avvenisse -, quel che è certo è che l’ultimo match degli Aironi non ce lo potremo godere in diretta.

Il palinsesto di Rai Sport, infatti, prevede per l’ultimo turno di Celtic League – nel quale il club di Viadana, per l’ultima volta in campo come Aironi, sfiderà gli Ospreys – una differita. A mezzanotte, emblema e simbolo di Cenerentola e, come tale, l’Emittente di Stato ha trattato il rugby celtico.

Come ultima ruota della zucca tramutata in carro, come la sguattera da tenere nascosta in soffitta e da far uscire solo al buio della notte. Ora, si spera, venga messa la parola fine a questa oscenità. La Fir – come tutti sappiamo – copre per intero le spese di produzione dei match celtici e alla Rai è chiesto solo spazio nei palinsesti. Ecco, senza spese sono sicuro che altre emittenti – più serie e competenti – potranno essere interessate al torneo. In diretta. E magari senza figli di papà a raccontare uno sport che non conoscono.

SONDAGGIO: CHI VOLETE PER IL DOPO TRONCON?

I Video di Blogo