Ballarò, la puntata del 18 dicembre 2012 – La diretta di PolisBlog

15esima puntata del talk show di Rai 3. Ecco i temi e gli ospiti. Alle 21 il live di PolisBlog.


23.35 Finisce la puntata. Alè.
23.34 La chiusa è affidata al ministro Clini: “Se siamo capaci di dare lavoro e salute a Taranto recuperiamo credibilità“.
23.31 Come si esce dalla crisi? Angela ammette di non avere la bacchetta magica. Ma importante per l’Italia è tornare ad attrarre investimenti.
23.30 Anche Clini fa intendere che non si candiderà.
23.28 Landini dichiara che non si candiderà. E si rallegra del fatto che gli astensionisti sembrano diminuire.
23.27 Per Sechi se così andassero le cose il centrosinistra non riuscirebbe a governare perché la situazione al Senato sarebbe in bilico.
23.27 Secondo scenario senza Monti.

23.24 Il Parlamento. Ecco il primo scenario nel caso Monti si candidasse col centro.

23.24 I voti ai partiti, Pdl in crescita, M5S in calo:

23.23 Altra ipotesi:

23.23 Chi vince le elezioni?

23.22 Monti non è di sinistra.

23.21 Protagonista dell’anno.

23.21 Colpa di chi?

23.20 Gli italiani si sono arrabbiati nel 2012 perché…

23.18 I sondaggi.

23.16 Viene mandata nuovamente in onda la appena citata dichiarazione di Formigoni che parla di persecuzione nei confronti della Regione Lombardia. La Comi esulta: “1 a 0 per me: non ha detto che non bisogna controllare i conti“. E in effetti Formigoni espressamente non dice quello che sostiene Ambrosoli.

23.11 Ambrosoli: “Si è rotto il meccanismo della fiducia. Dobbiamo essere in grado di chiedere a ogni cittadino, in questo periodo di crisi, tu cosa puoi fare?“. Ambrosoli rinvedica di non far parte del mondo politico. Poi cita Formigoni che sostiene che i conti della Lombardia non debbano essere nemmeno controllati. La Comi smentisce che il Presidente della Regione abbia detto quelle parole. Poi mostra uno scontrino per testimoniare che all’Europarlamento ognuno paga ciò che mangia.

23.10 Floris chiede ad Ambrosoli e a Comi come fare per restituire credibilità alla politica.
23.09 Pugliese si rammarica perché sente “solo chiacchiere” dalla politica.
23.07 Per Formigoni il 95% delle spese in Regione sono ok. Galli scomoda Freud per giustificare le spese folli.

23.06 Nicole Minetti non risponde a Poggi.

23.04 Si entra nelle questioni più prettamente politiche. Floris lancia un servizio dove vengono raccolte le impressioni di alcuni lombardi.
23.02 Floris legge le agenzie su Berlusconi alcune delle quali danno il Cavaliere ospite di Ballarò, ma martedì prossimo è Natale!
22.56Insieme abbiamo sollevato l’Italia dal peso del debito pubblico, abbiamo risolto il problema dell’evvasione fiscale“. Parole di D’Alema, di qualche anno fa.
22.54 La divertente rassegna degli spot elettorali degli ultimi 20 anni:

22.51 Mazzucato: “Se si guardano tutti gli indicatori economici i Paesi forti in Europa hanno speso molto di più rispetto all’Italia“. Insomma, serve un piano di crescita paritario tra i vari stati.
22.47 Piero Angela sottolinea la decrescita demografica in Italia. Poi chiude in maniera confusa un discorso altrettanto confuso.

22.43 Con un serivzio si entra nei Comuni indebitati. Da Terracina ad Alessandria.
22.42 Clini cerca di rassicurare tutti spiegando che all’Ilva da luglio scorso c’è un nuovo Presidente: Bruno Ferrante.
22.39 Per Landini la magistratura sul caso Ilva si è comportata bene.

Mi permetto di dire che io non credo al piano di risanamento industriale da parte dei Riva

22.37 Pugliese chiede chiarimenti a Clini sul caso Ilva Il ministro spiega che la famiglia Riva ha firmato tutte le prescrizioni in ambito di tutela ambientale e della salute. Se così non dovesse essere, l’impresa potrebbe essere commissariata.
22.35 Floris chiede alla Comi: Berlusconi che dice che dello spread non ci importa dà una brutta immagine dell’Italia in Europa?
22.33 Comi: “Siamo arrivati a questo punto per colpa di tutti: destra, sinistra e sindacati“. Landini non è d’accordo sulla generalizzazione. La Comi contesta gli ex sindacalisti che sono entrati in politica, “quasi sempre nel centrosinistra”. Floris ricorda il nome di Renata Polverini.
22.30 Ambrosoli riconosce il merito del governo Monti: “Non si è piegato a promesse che non poteva mantenere“. Quindi insiste: “Io non dico niente che non posso mantenere, dico che dobbiamo cercare il modo di rilanciare l’economia“.
22.22 Storie di mutui in un servizio. Alla fine è il taeg del cinque percento circa di interessi che paghiamo sui mutui.
22.20 Clini spiega: ”
Noi in 12 mesi stiamo affrontando problemi che hanno origini nei 12 anni precedenti almeno.
22.19 I Monti-bond:

22.17 Sull’Ilva, il segretario Fiom: “Continuo a non credere possibile che il risanamento dell’Ilva lo possa fare la stessa famiglia, Riva, che ha prodotto danni”. Landini afferma peraltro di non aver ancora compreso da dove i 3-4 miliardi per bonificare l’azienda saranno presi.
22.14 Landini: “Secondo me basterebbe applicare la nostra Costituzione, ad esempio sulla progressività del fisco“. Ed ancora: “La ricchezza la produce il lavoro, non la finanza“.
22.12La riforma delle pensioni è servita a fare cassa“. E’ il parere di Landini.
22.09 Se una persona ha un reddito maggiore di 19mila, la reversibilità viene decurtata.
22.07 Con un servizio si indaga sulle pensione di reversibilità (il 70% dello stipendio del defunto).
22.05 Per la Mazzucato mancano gli investimenti.
22.04 “Anche nel governo Monti ci sono state molte promesse”.
22.03 La Mazzucato concorda con Angela: il problema è che in Italia i governi non distribuiscono la ricchezza che è accentrata in poche mani.

21.56 Sechi contesta a Grillo l’idea di minimizzare l’importanza dello spread: “100 punti di sprea equivalgono a 3 miliardi di euro. Lo spread è fondamentale“. Pubblicità.
21.55 Grillo spiega i suoi rapporti con Casaleggio: “Vivacchiamo col blog, non so se rientriamo nelle spese“.
21.54 L’Imu secondo Beppe Grillo deve essere abolita perché la casa non si tocca.

21.52 La replica di Ambrosoli: “Non ho visto una politica intenzionata a combattere l’evasione fiscale“.
21.50 Comi inizia con un flash storico e rivendica che Berlusconi eliminò l’Ici sulla prima casa e ricorda che l’Imu voluta dal governo del centrodestra non riguardava la prima casa.

21.49 Al ritorno in studio Floris chiede ad Ambrosoli: “La colpisce di più che si può togliere l’Imu o che si è fidanzato?”. Il candidato lombardo sceglie l’Imu.
21.48
21.47 Floris lancia un servizio che riepiloga la partecipazione a Domenica Live di Berlusconi.
21.44 Pugliese illustra alcuni dati che testimoniano che a dicembre i consumi sono calati bruscamente rispetto all’anno scorso. I consumi dei giocattoli sono scesi del 20%.
21.41 Comi e Sechi precisano che il governo Monti ha anticipato l’introduzione dell’Imu, che sarebbe dovuta entrare in vigore soltanto nel 2013.
21.40 Tocca a Clini: “L’Imu è uno strumento individuato dal governo Berlusconi, nel marzo del 2011, per far fronte alla crisi del debito“.
21.36 Parola a Maurizi Landini che sottolinea che l’Imu non tiene conto dei redditi dei proprietari di case.
21.32 Il primo servizio è sull’Imu.
21.29 Piero Angela apre il talk spiegando come siamo arrivati a questa situazione di crisi economica.

21.28 Immancabile la metafora di Bersani:

Siam mica qui a convincere Babbo Natale a credere in se stesso.

21.26Berlusconi è ovunque in tv, stanno pensando di creare una rete apposta: Mediaset premier. Giovà, non è che è lì in studio mascherato? Giovà, prova a dire ‘Buonasera Bocassini’, è l’unico modo per stanarlo“.
21.23 Ora tocca a Zichichi: “Perché se tra tre giorni finisce il mondo noi abbiamo pagato l’Imu?“. Ancora scienza: “C’è vitalizio su Marte?

21.22 A Piero Angela: “Lei che è uno scienzato: come mai i dinosauri continuano a candidarsi?
21.21Lei che i Maya li conosce, gli dica di arrivare fino a sabato, almeno fateci scoprire se Monti si candida“.
21.17 Inizia Crozza! Subito nei panni di Marchionne:

Landini si è montato la testa perché presto ci sarà la Fiom nel mondo.


21.12 Floris presenta tutti gli ospiti della serata. Poi la chiocciola, da una palestra di Napoli.
21.10 Per sopravvivere alla crisi.


21.06 Inizia l’anteprima. Floris lancia un servizio sulle carceri italiane sovraffollate, per le quali Pannella sta protestando da qualche giorno con lo sciopero della fame e della sete.

Stasera su Rai 3 a Ballarò ci si chiederà come sarà ricordato questo Natale: come il più magro degli ultimi anni, come quello in cui governava Monti oppure, più semplicemente, come il Natale dell’IMU?
Ospiti di Giovanni Floris nella diretta che PolisBlog seguirà in tempo reale a partire dalle ore 21.05 saranno il ministro dell’Ambiente Corrado Clini, il candidato del centro-sinistra alla presidenza della Regione Lombardia Umberto Ambrosoli, l’eurodeputato del PdL Lara Comi, il segretario generale della FIOM Maurizio Landini, il direttore generale della Conad Francesco Pugliese, l’economista Mariana Mazzucato, il giornalista Piero Angela e il direttore del Il Tempo Mario Sechi.
Non mancheranno il presidente della Ipsos Nando Pagnoncelli per illustrare i sondaggi della settimana. La copertina satirica sarà affidata, come al solito, a Maurizio Crozza.
Segnaliamo infine che la scorsa puntata, la quattordicesima stagionale, ha vinto la serata dell’11 dicembre con il 18,88% di share, pari 4 milioni 925 mila telespettatori superando la fiction di Rai Uno Don Matteo 8 che ha realizzato nel primo episodio 4 milioni 748 mila spettatori e uno share del 16,08% e nel secondo 4 milioni 318 mila e il 17,61%.

I Video di Blogo