Giappone: l’imperatore Akihito pronto ad abdicare

Le dimissioni dell’imperatore possono essere paragonate in occidente a quelle di Papa Ratzinger. Un gesto che entrarerà nei libri di storia

L’annuncio di ieri dell’Agenzia della Casa Imperiale nipponica ha lasciato tutti di stucco: l’imperatore Akihito (82 anni) è pronto ad abdicare. Sarebbe la prima volta in 200 anni che un regnante giapponese adotta una misura del genere. Le dimissioni del regnante, un gesto che entrerà nei libri di storia, possono essere paragonate in occidente a quelle di Papa Ratzinger.

Tra qualche anno“, dunque, dicono fonti vicine al Trono del Crisantemo, Akihito, malato da tempo, lascerà la sua carica. Ovviamente non si poteva circostanziare la data, la riservatezza è una regola essenziale per gli imperatori giapponesi, che non possono esprimersi pubblicamente come farebbe un qualsiasi politico. La casa imperiale, infatti, rappresenta l’unità del popolo.

L’attuale imperatore è figlio di Hirohito, che scelse di imbarcare il paese nel secondo conflitto mondiale, ma che si assunse anche la responsabilità della resa difronte ad un consiglio della guerra spaccato, nonostante le bombe atomiche lanciate dagli americani.

Akihito è stato il primo regnante che ha assunto la sua carica con un mandato limitato, come statuito dalla Costituzione imposta dagli Stati Uniti dopo la Seconda Guerra mondiale. E’stato anche il primo a sposare una donna non nobile e a rinunciare alla natura divina attribuita al suo ruolo.

Ha lavorato, nell’ombra, alla modernizzazione del Giappone e ha cercato di tenere buoni rapporti con i paesi asiatici. Nel 1992 fu il primo monarca a recarsi in visita nella Repubblica Popolare Cinese. Dopo la catastrofe di Fukushima, fece un discorso in tv, contravvenendo all’etichetta. In quell’occasione pronunciò parole di incoraggiamento per il suo popolo.

A succedere ad Akihito dovrebbe essere suo figlio, Naruhito (56 anni), che non è molto amato dai conservatori. A tale riguardo, segnaliamo che l’aspirante imperatore ebbe a dichiarare che gli uomini si devono responsabilizzare nella gestione delle questioni domestiche.

La destra preferirebbe che il nuovo regnate fosse il fratello di Naruhito, il principe Akishino. Sua moglie Kiko rispecchia meglio la figura tradizionale di donna giapponese. Inoltre, ha un figlio maschio che in ogni caso sarà erede al trono naturale dopo lo zio.