Sondaggi politici, primo luglio 2016: il M5S supera il Partito Democratico

Dopo le amministrative, il Movimento 5 Stelle si attesta come primo partito italiano.

di andreas

I sondaggi politici di Demos, pubblicati stamane da Repubblica, confermano quanto in tanti sospettavano sarebbe avvenuto dopo l’exploit dei pentastellati durante le amministrative: il Movimento 5 Stelle ha superato il Partito Democratico nelle intenzioni di voto degli italiani. Già da parecchi mesi, il M5S aveva superato il Pd nei voti previsti per quanto riguarda il ballottaggio. Adesso, però, il sorpasso avverrebbe già al primo turno.

Per la precisione, il Movimento 5 Stelle conquista 5 punti percentuali e sale fino al 32,2%. Il Partito Democratico invece rimane stabile, ma non va oltre il 30,3%. Questi numeri confermano anche come si stia tornando a una sorta di bipartitismo, in cui due terzi degli italiani si dividono tra i due principali partiti, lasciando agli altri solo le briciole.

Forza Italia e Lega Nord, infatti, si fermano attorno all’11,5%. Sel si trova attorno al 5,4%, mentre Fratelli d’Italia scende parecchio (probabilmente anche a causa del flop della Meloni a Roma), dimezzando i propri consensi che secondo al 2,7%.

Al ballottaggio, comunque, la tendenza rimane la stessa: contro il Partito Democratico, vince il Movimento 5 Stelle. D’altra parte, ogni volta che il M5S va al ballottaggio riesce ad avere la meglio, conquistando i voti dei suoi sostenitori e anche quelli degli elettori del centrodestra, che in seconda battuta tendono a scegliere il M5S in ottica anti-Renzi e anti-PD. Al momento, il M5S supererebbe il PD 54,7% contro 45,3% (quasi dieci punti).

Da notare anche come, nel gradimento dell’elettorato, Luigi Di Maio ha superato Matteo Renzi. Il gradimento del leader in pectore supera il 41%, contro il 40% di Renzi. In salita anche Beppe Grillo, che arriva al 38%.