Usa 2016, Sanders: “Lavorerò con Clinton per battere Trump”

Bernie Sanders annuncia l’appoggio alla candidatura di Hillary Clinton ma non rinuncia alle sue battaglie: “Non è un riallineamento”.

Dopo aver perso la nomination alle primarie del Partito Democratico per correre alla Casa Bianca Bernie Sanders ha assicurato il suo appoggio alla candidata in pectore Hillary Clinton per sconfiggere il Partito Repubblicano e Donald Trump. L’annuncio è stato fatto con un intervento diffuso via streaming sul suo sito.

Lavorerò con Hillary per battere Donald Trump. […] Dopo secoli di razzismo, sessismo e discriminazioni di ogni tipo nel nostro Paese non abbiamo bisogno di un candidato di uno dei principali partiti politici che faccia dell’essere settari le fondamenta della sua campagna. […] L’obiettivo politico principale dei prossimi cinque mesi è assicurarsi di battere Trump, sconfiggerlo sonoramente e conto di giocare il mio ruolo personalmente in questo periodo”

dichiara Bernie Sanders che tuttavia non ha rinunciato, e lo precisa, alla sua battaglia per una “rivoluzione politica e sociale”:

“Sono anche ansioso di lavorare con il segretario Clinton per trasformare il partito democratico in modo da farlo diventare un partito di lavoratori e giovani e non solo di ricchi contribuenti”

In effetti l’endorsement di Sanders era nell’aria e c’è da scommetterci che non sia improntato ad un possibile ticket per la vicepresidenza nel caso di vittoria di Clinton: il quotidiano Wall Street Journal ha scritto che la candidata democratica starebbe pensando ad Elizabeth Warren, senatrice progressista nella rosa dei papabili.

Ultime notizie su Donald Trump

Tutto su Donald Trump →