Cambogia, ecstasy, e deforestazione: domani il documentario su Current TV

Domani sera, 24 novembre, c’è un documentario molto interessante su Current Tv, che ci spiegherà come l’ecstasy oltre a non far proprio bene al cervello di chi la assume, faccia anche malissimo alle foreste cambogiane – e dell’Asia in genere. Pochi sanno che l’ecstasy è tra le cause principali della deforestazione in Asia. Una nuova

Domani sera, 24 novembre, c’è un documentario molto interessante su Current Tv, che ci spiegherà come l’ecstasy oltre a non far proprio bene al cervello di chi la assume, faccia anche malissimo alle foreste cambogiane – e dell’Asia in genere.

Pochi sanno che l’ecstasy è tra le cause principali della deforestazione in Asia. Una nuova inchiesta Vanguard documenta come nella giungla dei Cardamoms, in Cambogia, alcuni gruppi criminali, che si muovono con logiche paramilitari, segano le radici di un raro albero (il Cinnamomum parthenoxylon). L’olio di Safrolo, che da queste viene ricavato dopo un rudimentale procedimento di estrazione in laboratori mobili ed improvvisati, è la base per ricreare chimicamente l’MDMA, sostanza lisergica componente base delle pastiglie di ecstasy

A infilarsi nella giungla dei khmer, Adam Yamaguchi di Current Us, insieme a uno scienziato e alcuni ranger cambogiani. MDMA e similia, possono contare in Italia e in Europa su un mercato di 12 milioni di persone.