La Gabbia | Puntata 1 giugno 2016

La Gabbia: la puntata dell’1 giugno 2016

  • 21.19

    Inizia la puntata.

  • 21.20

    La copertina si occupa della Sicilia capitale dell’accoglienza.

  • 21.27

    Meloni sulle parole di Renzi: “Casini, sostenitore del governo, ha dichiarato ‘prepariamoci all’invasione’. Ecco, io vorrei contrastare il rischio di invasione. Che c’è perché le politiche del governo portano a questo”.

  • 21.30

    Sull’immigrazione, Beha parla di tragedia biblica. Poi aggiunge: “L’Italia sull’immigrazione non può agire da sola”.

  • 21.34

    Finestra in diretta sul comizio che Renzi sta tenendo a Roma.

  • 21.35

    Meloni: “Il tema dell’immigrazione non va usato per fare propaganda. Il governo italiano da solo non può affrontare da solo il problema, ma neanche pensare di aprire le porte a tutti diventando il campo profughi di Europa. Bisogna andare a combattere dalle cause – il fondamentalismo – da cui scappano i migranti”.

  • 21.36

    Meloni: “Non è vero che agli immigrati diamo possibilità, perché non possiamo. Ma le togliamo agli italiani”

  • 21.37

    Meloni: “I richiedenti asilo del VI municipio di Roma ci costano 1000 euro al mese. Gli italiani ne guadagnano in media 700”.

  • 21.39

    In onda un servizio sulle cene elettorali.

  • 21.45

    Meloni: “In Italia c’è l’idea che chi sostiene la politica poi debba avere qualcosa in cambio. Cene elettorale? In questa campagna non ne ho fatta neanche una!”.

  • 21.51

    Sondaggio Twitter.

  • 21.57

    In un servizio le contraddizioni della Lega: a Varese candidato Orrigoni, re dei supermercati varesini, eppure Salvini si è detto contrario ai centri commerciali.

  • 21.59

    Maroni candidato al consiglio comunale: e il processo a suoi danni viene sospeso.

  • 22.03

    Beha: “Come sta Renzi? Non benissimo. Le contraddizioni di Pd e Lega sono vecchie, almeno quelle del M5S sono nuove”.

  • 22.07

    Marco Lillo, vicedirettore del Fatto Quotidiano, racconta che “su carta intestata della Regione Lombardia, il governatore Roberto Maroni ha spedito una diffida legale alle televisioni Rai e La7 per impedire la divulgazione del suo libro Il potere dei segreti.

  • 22.11

    Cazzullo: “Renzi perderà le amministrative; la Raggi, se non commetterà grandi errori, diventerà sindaco di Roma. Se Renzi perdesse anche a Milano – ma penso che Sala ce la farà, sarebbe una debacle”.

  • 22.15

    Cazzullo: “A Roma Marchini non ha sfondato”. Poi aggiunge: “Credo che Renzi vincerà il referendum”.

  • 22.16

    Beha: “Berlusconi è in liquidazione”.

  • 22.18

    Cazzullo: “La Meloni ha dato un bel segnale facendo la campagna elettorale incinta. Secondo me Marchini finirà sotto la Meloni”.

  • 22.20

    Sapelli in collegamento: “Renzi ha fatto errori, doveva puntare sulle amministrative. Ha l’appoggio dell’establishment nazionale e europeo”.

  • 22.21

    Sapelli: “Salvini mi ha deluso, non doveva mettersi con la destra estremista europea”.

  • 22.23

    Barbacetto: “Parisi è un po’ più di sinistra di Sala, almeno come storia. Il problema di Parisi è che ha seguito il cablaggio di Milano per il Comune e poi è andato a lavorare da Fastweb”.

  • 22.25

    Barbacetto sostiene che Sala con l’Expo abbia gonfiato i numeri dei primi tre mesi di visitatori e abbia regalato appalti agli amici, ossia Farinetti.

  • 22.33

    In un servizio la pista ciclabile di Roma dove si pedala tra i rifiuti.

  • 22.39

    Virginia Raggi in collegamento.

  • 22.40

    Raggi: “Sui rifiuti ci sono molti interessi, mantenuti dalla politica. Siccome bisognava fare affari sui rifiuti con i privati si è mantenuto tutto così. Noi non abbiamo lobbisti alle spalle”.

  • 22.44

    Raggi: “Il primo spreco da eliminare è affittopoli, ma anche le auto blu e i campi rom, mangiatoia da sempre per politici e per cooperative”.

  • 22.45

    In onda un servizio su Caltagirone & Co: chi comanda davvero a Roma?

  • 22.50

    Raggi: “Renzi nuovo comico italiano”.

  • 22.52

    Raggi: “Le Olimpiadi a Montreal hanno visto un aumento dei costi del 786%. A Roma le Olimpiadi no, per ora. Prima trasporti, pulizia, scuole sicure e libere dall’amianto”.

  • 23.00

    In studio i lavoratori di Consulmarketing: annunciati 465 licenziamenti.

  • 23.01

    In un servizio la beffa degli 80 euro. Da restituire.

  • 23.06

    Alessandro Plateroti commenta: “il problema è che non siamo abbastanza informati. Bisognava studiare prima la legge”.

  • 23.08

    Cazzullo commenta il servizio: “Assurdità che Renzi farebbe bene a correggere”.

  • 23.09

    Cazzullo: “Le Olimpiadi non sono né una iattura né una figata in sé. Dipende come le fai”.

  • 23.12

    Sapelli sugli 80 euro: “La legge andava concertata con i sindacati”.

  • 23.15

    Le mance elettorali di Renzi.

  • 23.18

    Sapelli: “Se il Regno Unito si pone il problema di uscire dall’Europa vuol dire che questa Europa non funziona ed è iniqua”.

  • 23.19

    Sapelli su Renzi:” Questa non le chiamerei mance elettorali. Non si può sempre sparare il fango”.

  • 23.19

    Cazzullo concorda: “Non me la sento nemmeno io di definirle mance elettorali”.

  • 23.22

    In un servizio le scuse di Starace, ad Enel, per le frasi espresse alla Luiss.

  • 23.28

    Plateroti: “Mi piace il principio di ciò che dice Starace”. Cazzullo: “A me il discorso non è piaciuto”.

  • 23.37

    In onda un servizio sulla dubbia provenienza del pesce che compriamo.

  • 23.41

    Coloranti per far sembrare rosso il tonno. Tutto regolare.

  • 23.45

    In un servizio si parla di mozzarella di bufala dop.

  • 23.53

    In un servizio si parla del Ttip che regala l’impunità ai banchieri. Il retroscena di Nessuno: “se il Ttip viene approvato voi finirete nel piatto dei potenti della finanza, pronti a essere divorati dalle grandi banche senza scrupoli”.

  • 23.57

    Elio Lannutti: “Il Ttip è la più grande truffa planetaria perché sottrae la sovranità a favore dei banchieri”.

  • 23.58

    Lannutti: “Quelli di Bankitalia devono studiare il canto gregoriano di Regina Coeli”.

  • 00.01

    Lannutti: “Che facevano Visco e Vegas mentre i banchieri si prendevano i bonus e gli azionisti perdevano i risparmi?”.

  • 00.07

    In studio i lavoratori di Wfs (assistenza a terra a Linate): la società si rifiuta di assumerli. “Non sappiamo se tra due settimane avremo ancora un lavoro”.

  • 00.08

    In un servizio si parla di “come ti truffa l’amministratore di condominio”.

  • 00.14

    In un servizio si parla dell’Italia, il Paese dell’Unione europea con più poveri: oltre 6 milioni.

  • 00.18

    In un servizio viene spiegato come difendersi dalle truffe porta a porta.

  • 00.27

    In un servizio il caso del frate accusato di aver rubato per amore. In Sicilia.

  • 00.33

    In onda la candid camera del finto senatore Codazzo.

  • 00.35

    Finisce la puntata.

La Gabbia torna in onda questa sera su La7 alle ore 21.10 con la conduzione di Gianluigi Paragone. Il programma va in onda in diretta dagli studi di Milano. Su Blogo il liveblogging.

La Gabbia: anticipazioni e ospiti puntata stasera 1 giugno 2016

In primo le elezioni amministrative di Roma e Milano.

Tra gli ospiti Giorgia Meloni, candidato Sindaco a Roma per Fratelli D’Italia; Virginia Raggi, candidato sindaco a Roma per il M5S; Giulio Sapelli, economista; i giornalisti Aldo Cazzullo, Marco Lillo Oliviero Beha, Alessandro Plateroti, Gianni Barbacetto.

Non mancherà la Skassakasta, la rock band con la quale il conduttore chiuderà la puntata. Presente nel cast anche Giuseppe Longinotti, che dà vita a divertenti candid camere.

La Gabbia: come vederlo in tv e in streaming

Tutte le puntate de La Gabbia, in onda su La7 a partire dalle ore 21.10, sono visibili in diretta streaming sul sito ufficiale di La7. Su Blogo il consueto liveblogging.

La Gabbia: second screen

La Gabbia ha un sito ufficiale ed ha attivi gli account su Facebook e Twitter @LaGabbiaTw

I Video di Blogo.it