Matteo Renzi sulle riforme: “Conto di arrivare massimo a febbraio 2023”

Renzi chiede l’aiuto degli studenti a Milano sul referendum e promette: “Io massimo fino al 2023”.

Intervenendo a Milano il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha rilasciato alcune dichiarazioni relativamente alla prossima consultazione referendaria sulle riforme e su quelli che sono i suoi progetti politici nel prossimo futuro. Di fronte a una platea di studenti Renzi ha parlato della bellezza e dell’importanza della politica e ha invitato gli studenti a occuparsi della cosa pubblica e a scegliere per il loro futuro quello che più gli piace.

“Cambiare l’Italia è una responsabilità che toglie il respiro ma questo è il modo che ho scelto per essere me stesso. Se decidessi di votarmi sulla base di quello che leggo sui giornali non mi voterei. Sono tacciabile di arroganza ma è quello che penso quando leggo i giornali. […] introdurremo il principio anglosassone dei due soli mandati e io conto di arrivare al massimo a febbraio 2023. Dopo sarò libero cittadino, io devo cambiare il Paese e non un ufficio. […] Se vinciamo il referendum un politico su tre va a casa, per questo sono tutti contro di me […] abbiamo troppi politici in Italia, la riduzione dei politici in Italia è la priorità per essere credibili fra voi”

Renzi ha inoltre definito “ridicolo” il numero attuale di parlamentari, 900, spiegando come con la riforma del suo governo questo numero si ridurrà sensibilmente.