Jennifer e Gianguarino Cafasso: chi aveva in mano cosa e per chi?

Ne risentiremo parlare in questi giorni di Gianguarino Cafasso e della fidanzata Jennifer. Sembra che Brenda, o Blenda, non fosse l’unica pronta a lasciare il paese, anche se in una situazione decisamente diversa da quella che Repubblica trattegia per Gianguarino Cafasso:Eppure Cafasso sapeva di essere al centro di tutto, motore di una macchina del fango

di

Ne risentiremo parlare in questi giorni di Gianguarino Cafasso e della fidanzata Jennifer. Sembra che Brenda, o Blenda, non fosse l’unica pronta a lasciare il paese, anche se in una situazione decisamente diversa da quella che Repubblica trattegia per Gianguarino Cafasso:

Eppure Cafasso sapeva di essere al centro di tutto, motore di una macchina del fango che aveva preso a girare più veloce di lui, e aveva paura. Lo aveva confessato alle due croniste contattate per l´acquisto del video su Marrazzo, il trans e la polvere bianca: «Io incasso i soldi e poi vado via, ho già pronti i documenti per scappare, perché se sto qui mi fanno fuori (…) Ho in mano mezza Roma, so delle cose che… io li posso rovinare, c´ho dei clienti fra i politici che se ve lo dico…». Una dichiarazione sibillina e tuttavia chiarissima. Tant´è che i pm hanno disposto nuovi accertamenti sulla sua morte e sui tabulati telefonici, utili per capire se e da chi Rino prendesse istruzioni.

Che ognuno giocasse per sè o no, certo è che le carte potrebbero anche essersi mescolate in un gioco di connivenze e ricatti difficile da costruire. Forse più semplice pensare di individuare la cima della piramide: quella che con queste rubriche telefoniche, tabulati e sopratutto con i video, ci poteva e ci potrà giocare una partita politica e mediatica ben più grossa di un semplice valigino con 500 mila Euro al sicuro…

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →