La Gabbia | Puntata 4 maggio 2016

La Gabbia: la puntata del 4 maggio 2016

  • 21.19

    Matteo Salvini in collegamento. Domani uscirà il suo libro.

  • 21.21

    Salvini ringrazia Paragone perché è tra i pochi nella televisione “renzizzata” a parlare di Europa in termini critici. Su Roma: “Dove è contento Fini non è contento Salvini. Sono coerente tutta la vita con Giorgia Meloni”.

  • 21.22

    Salvini: “Io alla Merkel non dico più ‘signorsì'”.

  • 21.22

    Salvini: “La mia priorità è mandare a casa Renzi”.

  • 21.23

    Salvini: “Nella Lega qualcuno è indagato e tre sono stati arrestati. Nel Pd siamo a quota 100”.

  • 21.24

    Un servizio si occupa del caso di cronaca nera di Caivano.

  • 21.31

    Castrazione chimica unica soluzione per i pedofili? Salvini: “Chi violenta donne e bambini è un verme e non può essere recuperato, va curato con le pillole e con trattamenti farmacologici”.

  • 21.33

    Meluzzi: “La castrazione chimica è una cosa molto complicata, è una misura psichiatrica, provoca suicidi. La cosa certa è che la riabilitazione psicologica e psichica del pedofilo è praticamente impossibile”.

  • 21.35

    Saif Abouabid: “L’80% degli abusi avviene in famiglia”.

  • 21.38

    Si commentano le dichiarazioni di Augias sulla piccola Fortuna ieri a DiMartedì: “Parole orribili, castroneria galattica, bestialità. Augias chieda scusa e vada a incontrare la mamma di Fortuna”.

  • 21.40

    Meluzzi: “Augias ha detto una immensa caz*ata”.

  • 21.48

    Un servizio racconta l’omertà fuori dalle moschee. Salvini: “Mi chiedo quanti ce ne siamo di “normali” che pensano a fare attentati”.

  • 21.50

    Fusani: “Omertà nelle moschee ce ne è abbastanza poca. Le moschee in questo momento stanno collaborando abbastanza”.

  • 21.51

    Saif Abouabid non accetta il parallelismo tra Caivano e le moschee: “Le moschee sono il più grande alleato delle forze d’ordine in Italia”.

  • 21.55

    In onda un servizio sui paesi in ostaggio dei profughi. “E la coop ci guadagna”.

  • 22.03

    In studio alcuni lavoratori di Italcementi: l’azienda vuole licenziare 400 dipendenti, “ma lo scandalo è che i nostri manager vengono strapagati”.

  • 22.04

    Di Italcementi e di supermanager si parla anche in un servizio.

  • 22.11

    Scampini: “Le donne mediamente guadagnano il 10% in meno. Ed il 70% dei dirigenti sono uomini”.

  • 22.13

    Trefiletti: “La disuguaglianza fra manager e lavoratori è immorale”. Colaninno: “Più che gli stipendi è grave l’assegnazione ai manager delle stock options”.

  • 22.15

    In un servizio si parla del “futuro nero” degli italiani.

  • 22.24

    Salvini: “Serve una rivoluzione fiscale, serve una aliquota fiscale unica. Bisogna rendere conveniente pagare le tasse”.

  • 22.26

    Colaninno: “Flat tax? Ha un costo non sostenibile, è una proposta che non regge”. Salvini: “Funziona in 40 Paesi al mondo. Se funziona in Albania e in Bulgaria non può funzionare in Italia?”.

  • 22.28

    Colaninno sul governo Renzi: “Le tasse che abbiamo annunciato di voler togliere sono state tolte”.

  • 22.39

    In un servizio si parla dell’assicurazione sulla vita dei parlamentari.

  • 22.44

    Si parla di busta arancione. Trefiletti: “È una busta che porta notizie sconfortanti, basate su dati aleatori. C’è la manina delle assicurazioni”.

  • 22.46

    Santanchè: “Boeri andrebbe cacciato, la busta arancione è terrorismo sociale”.

  • 22.49

    Gay: “La busta arancione è inutile. Dannosa? Non lo so”.

  • 22.50

    Colaninno: “Io la busta arancione non l’avrei fatta. Sono calcoli complessi, gli italiani così sono terrorizzati”

  • 22.51

    Colaninno: “Non è vero che gli italiani andranno in pensione a 75 anni. I dati contenuti nella busta arancione sono dati estremi”.

  • 22.53

    In un servizio il caso degli anziani che vanno a convivere perché la pensione non basta.

  • 23.05

    In studio la sindaco di Castelcovati (Brescia) Camilla Gritti: “I miei concittadini sono considerati di Serie B. Il 22% della popolazione è di extracomunitari, la disoccupazione è altissima, la situazione è critica”.

  • 23.06

    In un servizio “la bella vita dei consiglieri della regione Lazio”. Hanno lavorato poco più di un giorno a settimana in tre anni considerando le ore in consiglio e in commissione.

  • 23.12

    Trefiletti: “Servono ancora le Regioni?”. Santanchè: “No, non servono, bisogna chiuderle”.

  • 23.15

    Santanchè attacca: “Trefiletti spara sulla politica e poi si vuole candidare”.

  • 23.16

    Santanchè si dice disponibile a lavorare gratis.

  • 23.16

    Colaninno: “Grazie a Renzi i senatori passeranno da 315 a 100”. Santanchè: “È una bufala!”.

  • 23.19

    In un servizio il caso di chi ha fatto causa ai funzionari del Fisco “che ci massacrano”.

  • 23.26

    Trefiletti chiede che sia messo fuori legge il collegamento tra il numero di verifiche fatte dai funzionari del Fisco e la sua retribuzione.

  • 23.30

    Colaninno: “Questo paese ha una piaga che si chiama evasione fiscale”.

  • 23.36

    Si parla di Ttip (trattato transatlantico sul commercio e gli investimenti). In onda il servizio di retroscena di Nessuno.

  • 23.41

    Giulietto Chiesa in collegamento.

  • 23.42

    Chiesa: “Ttip è pericoloso. Gli Stati Uniti vogliono fare l’esatto opposto del principio di precauzione”.

  • 23.44

    Chiesa: “L’Europa può difendersi, basterebbe che il trattato non venisse ratificato e venisse modificato”.

  • 23.48

    Chiesa: “Il 60% degli americani è in sovrappeso. È il risultato dell’opera delle multinazionali”.

  • 23.53

    In un servizio si parla delle lobby che comandano in Europa.

  • 23.54

    Chiesa: “Gran parte delle attività di lobby avviene dentro le commissioni e gli uffici europei dove si scrivono le norme”.

  • 23.56

    In un servizio il business dei farmaci per le allergie.

  • 00.06

    In un servizio le spese folli dei deputati della Regione Sicilia.

  • 00.12

    In un servizio il business intorno all’acqua… del rubinetto.

  • 00.19

    In un servizio si raccontano i viaggi low cost in Albania per rifarsi i denti.

  • 00.23

    La famiglia Mangano di Bari ha scelto di andare in Albania per curarsi i denti.

  • 00.28

    In onda la candid camera del finto senatore Codazzo. Che impone ai negozianti il profugo.

  • 00.33

    Finisce la puntata.

La Gabbia torna in onda questa sera su La7 alle ore 21.10 con la conduzione di Gianluigi Paragone. Il programma va in onda in diretta dagli studi di Milano. Su Blogo il liveblogging.

La Gabbia: anticipazioni e ospiti puntata stasera 4 maggio 2016

In primo piano pensioni e lavoro:

Anche le aziende di successo riducono drasticamente l’organico in Italia, ma gli stipendi dei top manager continuano a salire raggiungendo cifre da capogiro e anche per la classe media il futuro economico è sempre più nero.
Le buste arancioni sono state spedite a 25000 italiani, ma sono davvero utili nel pianificare un futuro professionale e pensionistico o si tratta di ipotesi fuorvianti che non tengono conto dell’instabilità del mercato del lavoro e delle effettive capacità dello stato di generare occupazione e garantire la previdenza?

Tra gli ospiti Giulietto Chiesa.

Non mancherà la Skassakasta, la rock band con la quale il conduttore chiuderà la puntata. Presente nel cast anche Giuseppe Longinotti, che dà vita a candid camere.

La Gabbia: come vederlo in tv e in streaming

Tutte le puntate de La Gabbia, in onda su La7 a partire dalle ore 21.10, sono visibili in diretta streaming sul sito ufficiale di La7. Su Blogo il consueto liveblogging.

La Gabbia: second screen

La Gabbia ha un sito ufficiale ed ha attivi gli account su Facebook e Twitter @LaGabbiaTw

I Video di Blogo