Norvegia: il governo offre mille euro ai migranti per lasciare il paese

La Norvegia vuole incentivare la partenza dei richiedenti asilo e degli immigrati irregolari

Circa mille euro (diecimila corone) ai migranti irregolari che lasciano volontariamente la Norvegia. L’iniziativa è stata lanciata dal governo di Oslo, in collaborazione con la Direzione per l’Immigrazione. Ma non è tutto: ai primi 500 richiedenti asilo che faranno richiesta di lasciare il paese verranno “regalati” altri mille euro. Insomma, una sorta di “lotteria” per chi se ne va il più rapidamente possibile.

L’offerta proviene dall’esecutivo di destra norvegese, guidato da Erna Solberg, che ha messo a disposizione anche altri mille euro per le spese di viaggio. Secondo i conservatori, i migranti che non hanno diritto all’asilo o che vivono da “clandestini” saranno ora invogliati ad andarsene.

Per il Russia Times, il nuovo programma verrà veicolato attraverso l’uso di display e poster affissi in 31 municipalità. In questo modo, la Norvegia spera di raggiungere la massima parte dei 35.358 richiedenti asilo che sono arrivati lo scorso anno.

“E’ necessario convincere più migranti possibile a tornare a casa volontariamente, dandogli dei soldi in cambio della partenza. Questo ci farà risparmiare un sacco di soldi perché mantenere i rifugiati nei centri d’asilo è molto costoso”, ha spiegato il ministro integrazione Sylvi Listhaug. Quest’ultima, la scorsa settimana, ha suscitato molte polemiche quando ha deciso di buttarsi nel mare Egeo per capire “che effetto fa” essere un migrante. E lo ha fatto indossando una muta termica di salvataggio hi-tech.

Ricordiamo che, nel gennaio scorso, il governo di Oslo ha dato il via ai trasferimenti forzati in Russia. La Norvegia ha scelto di espellere 5 mila profughi oltre confine perché privi di documenti e perché provenienti da una “nazione sicura”.