DiMartedì | Puntata 26 aprile 2016

DiMartedì: la puntata del 26 aprile 2016

  • 21.08

    Ecco gli altri ospiti della serata: l’economista Giuliano Cazzola, l’avvocato dell’Aduc, Emmanuela Bertucci, il presidente della Commissione Lavoro alla Camera, Cesare Damiano, Silvio Garattini, direttore dell’Istituto ‘Mario Negri’, la nutrizionista Debroa Rasio, il direttore de Il Fatto Quotidiano, Marco Travaglio, il giornalista e scrittore, Gianluigi Nuzzi, il direttore dei Musei Vaticani, Antonio Paolucci, la giornalista Elisa Calessi.

  • 21.16

    Inizia la puntata.

  • 21.17

    Cazzola: “Mi aspettavo che Renzi non desse gli 80 euro ai pensionati, nel Def non c’è traccia”.

  • 21.24

    Gianluigi Nuzzi: “La verità su Regeni non sarà mai trovata perché è stata cancellata”.

  • 21.25

    Nuzzi su Regeni: “L’unica speranza è che un domani cambi il governo in Egitto e chi ha visto racconti”.

  • 21.27

    Sullo scontro politica-magistratura: “Molti politici scendono in campo per fare i propri interessi. E la magistratura non ha gli strumenti per essere certa e veloce, e così si espone sui media per accelerare i tempi”.

  • 21.31

    Nuzzi: “Gratteri è un magistrato troppo indipendente, ecco perché Renzi non l’ha più fatto ministro come avrebbe voluto. Meglio un ministro che puoi controllare”.

  • 21.34

    Nuzzi sulla ministro Boschi: “Per la quesitone di banca Etruria doveva dimettersi, la politica è codice dell’etica”.

  • 21.36

    Nuzzi sul processo in Vaticano: “Con il nostro processo l’Italia è retrocessa nella classifica della libertà di stampa”.

  • 21.39

    Crozza ‘saluta’ a modo suo Travaglio, suggerendogli di andare a fare l’ospite in tv in Danimarca.

  • 21.39

    Crozza: “Travaglio che commenta la politica italiana ricorda quelli che entrano in discoteca e si lamentano della musica alta”.

  • 21.43

    Crozza commenta anche le presidenziali in Austria.

  • 21.46

    Travaglio sugli arresti a Napoli: “È un caso di mafia-corruzione, ormai i mafiosi mettono i loro uomini dentro le istituzioni”.

  • 21.53

    Travaglio su Davigo: “Non parla tecnico e si fa capire, le persone sanno che ha ragione lui e non un politico”.

  • 21.55

    Travaglio: “Per mandare I corrotti in galera serve la Cassazione, ma per mandarli a casa basta la decisione del partito”.

  • 21.58

    Travaglio: “Se la politica non vuole essere processata ripristini immunità ma non so chi li voterà più”.

  • 22.01

    Travaglio: “Da 20 anni tutta la politica legifera contro la legalità. Non è vero che Renzi è il primo che cerca di mettere sotto magistrati”.

  • 22.06

    Travaglio ironizza su Renzi: “È convinto che la storia sia iniziata con la sua nascita, invece le cose che fa lui le hanno già fatto gli altri”.

  • 22.06

    Secondo Travaglio, Renzi è preoccupato per i processi che coinvolgono i suoi uomini.

  • 22.08

    Travaglio sulla prescrizione: “Se non ci fosse si svuoterebbero i parlamenti e le banche”.

  • 22.12

    Travaglio sulle intercettazioni: “Se parlassero di più con Gino Strada e meno con i criminali non sarebbero intercettati”.

  • 22.15

    Si cambia pagina e si parla degli anziani vittime di truffe. Nuzzi: “Io quadruplicherei le pene per chi commette reati contro gli anziani”.

  • 22.20

    Falcetti e Nuzzi parlano di furti in casa.

  • 22.22

    In onda un servizio sull’evoluzione delle truffe: l’ultimo step è la monetina nella maniglia della portella dell’auto.

  • 22.26

    Si parla anche di truffe telefoniche e di gioielli (di plastica) venduti in tv.

  • 22.32

    Si parla anche di truffe nel mondo di caparre e finanziamenti.

  • 22.37

    In un servizio i ricatti a sfondo sessuale, via web.

  • 22.39

    Le truffe che si nascondono nelle offerte telefoniche.

  • 22.42

    Catricalà: “La pubblicità ingannevole è molto vicina alla truffa; è sanzionata dall’Antitrust fino a 5 milioni di euro”.

  • 22.49

    In un servizio si parla di legalizzazione della prostituzione. Come funziona in Germania.

  • 22.59

    Confermata la custodia cautelare per l’attivista egiziano consulente della famiglia Regeni. Si parla di alimentazione: l’igiene e lo spazzolino da denti.

  • 23.02

    La nutrizionista Rasio: “Le nostre case devono essere ben ventilate, dobbiamo sempre aprire le finestre”.

  • 23.02

    In un servizio si parla di prosciutto cotto.

  • 23.05

    I rischi del pane in cassetta.

  • 23.09

    Rasio: “Il pane in cassetta è ricco di chimica e zucchero, lo abbiamo sostituito a quello naturale sbagliando”.

  • 23.11

    Le noci vengono sbiancate con la varechina? Bertucci commenta: “I consumi sono determinati dalla pubblicità, le noci sbiancate con la varechina è un esempio”.

  • 23.17

    Rasio: “Le zuppe, simbolo di salute, se precotte e preconfezionate sono tutta chimica”.

  • 23.19

    Muffa sul formaggio? Una volta pulito, meglio cuocerlo.

  • 23.22

    Bertucci: “1 chilo di insalata da lavare costa meno di quella confezionata, ci nutre la natura e non l’industria!”.

  • 23.23

    Si indaga anche sul caffè. Rasio: “Il caffè è ricco di antiossidanti,, ma attenzione alle bevande energizzanti per i giovani che agitano”.

  • 23.26

    Bertucci consiglia di bere il caffè solo da “macchinette di ambienti chiusi perchè è più igienico”.

  • 23.31

    Rasio spiega che non si deve vivere in ambienti sterili, perché altrimenti il corpo non si abitua a combattere i germi e i batteri. E per combattere le allergie dei bambini portare in casa un cane… va bene!

  • 23.35

    In collegamento Silvio Garattini, direttore dell’Istituto ‘Mario Negri’.

  • 23.37

    In un servizio si indaga sulla moda del pane nero. La farina nera non è vietata.

  • 23.43

    Garattini spiega che è preferibile la cottura a vapore perchè mantiene le proprietà nutritive. Quindi aggiunge: “Evitare cibi cotti su brace, fritti e insaccati perchè se molto mangiati comportano danni”.

  • 23.50

    In un servizio si torna a parlare di prostituzione. Ecco come è regolamentata in Austria.

  • 23.59

    Viene riproposta la copertina di Crozza della scorsa settimana.

  • 00.08

    In studio Damiano e Calessi. In collegamento Cazzola. Si parla di pensioni.

  • 00.10

    Cazzola: “La promessa degli 80 euro ai pensionati Renzi non la può mantenere, il Def non ne parla, il Tesoro si è opposto a Renzi”.

  • 00.13

    Damiano conferma che “la promessa di Renzi degli 80 euro non c’è nel Def e non verrà mantenuta”. Poi spiega che il governo ha come obiettivo quello di “introdurre flessibilità, nel Def è previsto e verrà mantenuta”.

  • 00.14

    Cazzola fa notare che non è vero che gli italiani non vanno in pensione: “Nel 2016 l’anzianità è il triplo della vecchiaia”.

  • 00.16

    Damiano: “I giovani che hanno versato dal ’96 saranno costretti a lavorare fino a 70 anni”.

  • 00.20

    Calessi, rivolgendosi a Damiano: “Non è vero che per ogni pensionato c’è un giovane che entra nel mondo del lavoro”.

  • 00.23

    Calessi: “La busta arancione è una follia, è inutile, non tiene conto di un sacco di fattori”.

  • 00.23

    In un servizio si spiega la soluzione del part-time anticipato introdotta dal ministro Poletti. Damiano: “Non va confuso con la flessibilità. Ed è completamente sganciato dal ricambio generazionale. L’utilizzo sarà molto limitato, nelle grandi aziende che possono permettersi l’esborso”.

  • 00.26

    Escursione a Villa Medici e nell’Acquedotto Vergine. A fare da guida Louis Godart.

  • 00.35

    L’Acquedotto alimenta la Fontana di Trevi.

  • 00.38

    In studio lo storico dell’arte Antonio Paolucci, oggi direttore dei Musei Vaticani.

  • 00.41

    Paolucci, che per 20 anni è stato sovrintendente a Firenze: “Renzi come sindaco amava la sua città, ha fatto parecchio per la città. È stato lui a chiudere piazza del Duomo al traffico”.

  • 00.49

    Finisce la puntata. Alè.

Andrà in onda stasera a partire dalle 21:10 una nuova puntata di DiMartedì, il talk show di La7 condotto da Giovanni Floris, che seguiremo in liveblogging su Blogo.

DiMartedì | Anticipazioni puntata 26 aprile 2016

DiMartedì: tra gli ospiti l’ex sottosegretario alla presidenza del Consiglio Antonio Catricalà e il consulente della presidenza della Repubblica per la conservazione del patrimonio artistico Louis Godart.

DiMartedì | Maurizio Crozza

crorr

In apertura di puntata la tradizionale copertina satirica di Maurizio Crozza.

DiMartedì | Come vederlo in tv e in streaming

Tutte le puntate di DiMartedì, in onda su La7 a partire dalle ore 21.10, sono visibili in diretta streaming sul sito ufficiale di La7. Su Blogo il liveblogging.

DiMartedì | Second screen

DiMartedì ha un sito ufficiale ed ha attivi gli account su Facebook e Twitter.

I Video di Blogo