Piazzapulita | Puntata 11 aprile 2016

Piazzapulita: la puntata dell’11 aprile 2016

  • 21.18

    Inizia la puntata.

  • 21.19

    Formigli contrappone i punti di vista di Paolo Grossi (presidente Corte Costituzionale) e di Matteo Renzi sul referendum.

  • 21.23

    In onda la copertina dedicata alla discussione politica tra il governo e il M5S.

  • 21.24

    Giorgia Meloni: “La simbolica uscita dall’aula delle opposizione è un atto di risposta alla presunzione con la quale il governo continua a lavorare”.

  • 21.28

    Meloni: “Ho difeso la Guidi perché alcune intercettazioni pubblicate riguardano la vita personale del ministro”.

  • 21.30

    Meloni: “Salvini ha dato del venduto al Presidente Mattarella? Frase decontestualizzata, ma io non userei parole del genere, bisogna mantenere un tono istituzionale”.

  • 21.34

    Meloni su Bertolaso: “Sfrutto la gravidanza per i voti? No, dissi che avrei preferito vivere con serenità questo momento. Diedi l’ok per Bertolaso, ma poi non si è dimostrato competitivo”.

  • 21.36

    Meloni sulle parole di Bertolaso sulla sua gravidanza: “Se a me fanno così, cosa possono fare a una precaria di un call center che resta incinta?”

  • 21.38

    Meloni: “Berlusconi non vuole candidarmi per una questione di principio. Credo ci siano ancora margini per ricomporre il centrodestra con un unico candidato”.

  • 21.41

    Sondaggi Roma. Meloni: “La mia casa di sondaggi preferita si chiama ‘Mercati Rionali Communication'”

  • 21.43

    Meloni: “Marchini non è di centrodestra, ha un elettorato trasversale”.

  • 21.47

    Erasmo D’Angelis de L’Unità: “Meloni è la rappresentante migliore dello sfascio romano”.

  • 21.48

    D’Angelis: “Hanno provato a condizionare il governo, ma sono stati respinti. Non c’è nessuna notizia di reato. E per la prima volta un ministro dopo tre ore se ne è andata, e non è neanche indagata”.

  • 21.50

    Damilano: “Questa vicenda ha cambiato qualcosa nel governo, c’è inquietudine, i ministri oggi scoprono che nella stanza accanto qualcuno parla di dossier su di loro”.

  • 22.06

    Intenzioni di voto a livello nazionale.

  • 22.06

    Intenzioni di voto a livello nazionale/2.

  • 22.10

    D’Angelis: “Questo governo ha riformato il Paese come nessun altro governo negli ultimi 20 anni”. Damilano: “Stai facendo propaganda”.

  • 22.12

    Il professor Petrillo spiega che l’attività di lobbying è indice di democrazia: “Il problema italiano è che non abbiamo norme che rendano trasparenti queste attività”.

  • 22.15

    Petrillo: “Negli altri paesi basta un click per sapere che un decisore pubblico ha incontrato un lobbysta”.

  • 22.20

    Lillo: “D’Angelis, il tuo giornale è un costruttore, ha un conflitto di interessi enorme”.

  • 22.24

    Damilano: “Non puoi eliminare il finanziamento pubblico ai partiti e avere quello privato opaco”.

  • 22.32

    Si passa a Trivellopoli.

  • 22.33

    Taverna: “Il governo Renzi somiglia molto ad un comitato d’affari”. Formigli nota che Sibilia ha parlato di associazione mafiosa.

  • 22.35

    Ricci sui grillini: “Sanno fare politica solo insultando, infamando. Hanno esagerato ed è scattata la denuncia. È bene che rinuncino all’immunità parlamentare”.

  • 22.37

    Ricci annuncia che andrà a votare al referendum: “Sono ancora indeciso se votare sì o no”. Taverna: “Io voterò sì”.

  • 22.50

    Davide Serra: “Non penso di andare a votare al referendum perché lo vedo strumentalizzato”.

  • 22.54

    In onda una clip tratta dal documentario Italian Offshore: immagini girate sotto la piattaforma gestita da Eni sulla costa marchigiana.

  • 22.59

    Lo scarico.

  • 23.01

    Ecco dove si trova la piattaforma in questione.

  • 23.05

    Taverna: “Si baratta il fossile con i posti di lavoro”.

  • 23.09

    Ricci: “Il 25% delle fogne delle coste italiane va direttamente in mare. La principale causa dell’inquinamento del nostro mare non sono le piattaforme”.

  • 23.11

    In studio Di Trani, il sindaco di Pisticci, in Basilicata: “Abbiamo danni ambientali, la nostra terra è diventata una porcheria grazie al petrolio. Nesso tra piattaforme e tumori? Sicuramente c’è una concausa”.

  • 23.22

    Si cambia argomento, ora terrorismo e Islam.

  • 23.23

    In un servizio le parole dei predicatori dell’odio dell’Isis. In studio Stefano Allievi, Massimo Fini, Giorgia Meloni e la giornalista Sabika Shah Povia.

  • 23.24

    A parlare è Abu Baraa, amico d’infanzia del nuovo Jihadi John. Gli è stato vietato l’uso di internet.

  • 23.25

    Abu Baraa: “Condanno chiunque uccida essere umani. La condanna deve riguardare anche le bombe degli Stati Uniti, però”.

  • 23.28

    Meloni: “Anche a casa nostra, in Europa, c’è un fondamentalismo che dilaga; il problema c’è, è da gestire e limitare. Non tutti gli islamici sono fondamentalisti, ma i fondamentalisti sono tutti islamici”.

  • 23.29

    Meloni: “Non voglio una Europa islamica, sono fiera della mia civiltà”.

  • 23.32

    Fini: “Ognuno ha diritto di essere quello che è a casa propria. Detto questo, noi ci siamo accorti del Bataclan a novembre, ma prima abbiamo fatto cento Bataclan nel mondo”.

  • 23.33

    Meloni: “Nessun problema ad aprire le moschee, ma servono leggi che al momento non ci sono. A Roma ci sono 14 moschee riconosciute, una per ogni quartiere. Servono regole: albo degli imam, sapere chi predica nelle moschee, chiedere che si preghi in italiano, sapere da dove arrivano le risorse per aprire le moschee”.

  • 23.45

    Allievi spiega che la Digos ha “100 informatori per moschea” e che le informazioni sulla comunità islamica non mancano.

  • 23.47

    A Napoli un motorino ‘calpesta’ gli islamici mentre pregano. Poi l’inviato racconta la conversione degli italiani all’Islam.

  • 23.54

    Abdullah Ferdinando, italiano convertito, giustifica gli attentati a Charlie Hebdo: “Sei fai satira su Maometto e viene avvertito…”

  • 23.57

    Fini: “Tutte le religioni monoteiste sono state guerrafondaie. Cristo è un simpatico borderline”.

  • 00.08

    Sondaggio Torino.

  • 00.08

    Sondaggio Napoli.

  • 00.13

    Con il Renzometro finisce la puntata.

Piazzapulita, il talk show di La7 condotto da Corrado Formigli, torna in onda questa sera. Blogo seguirà l’intera puntata in liveblogging a partire dalle ore 21.10.

Piazzapulita | Anticipazioni puntata 11 aprile 2016

Tra gli ospiti di Corrado Formigli la candidata sindaco di Roma Giorgia Meloni (FdI), il vice presidente del PD Matteo Ricci, Paola Taverna del M5S, il vice direttore de l’Espresso Marco Damilano, Marco Lillo de Il Fatto Quotidiano, il direttore de l’Unita Erasmo D’Angelis, il presidente Nomisma Energia Davide Tabarelli, il giornalista e scrittore Massimo Fini e il sociologo Stefano Allievi.

Piazzapulita | Come vederlo in tv e in streaming

Tutte le puntate di Piazzapulita, in onda su La7 a partire dalle ore 21.10, sono visibili in diretta streaming sul sito ufficiale di La7. Su Blogo il liveblogging.

Piazzapulita | Second screen

Piazzapulita ha un sito ufficiale ed ha attivi gli account su Facebook e Twitter

I Video di Blogo.it

Ultime notizie su Piazzapulita

Tutto su Piazzapulita →