Nord Corea, Kim Jong-Un : “testato nuovo missile contro imperialisti Usa”

Kim Jong-Un, in prossimità del congresso del Partito dei Lavoratori, torna a minacciare gli Stati Uniti

E’ durata poco l’offerta di una riapertura del negoziato sul nucleare, presentata ufficiosamente da un portavoce della Difesa nordcoreana il 4 aprile scorso. Kim Jong-un, come riporta l’agenzia di Stato Kcna, ha annunciato ieri un test inerente a un nuovo tipo di motore per missili balistici intercontinentali. Il test sarebbe già stato effettuato anche se non si sa con precisione quando.

Dopo il test nucleare di gennaio, le minacce di un attacco preventivo contro Washington e l’annuncio sulla “bomba atomica miniaturizzata”, Kim torna allo scontro frontale con gli Usa e parla di “un’altra forma di attacchi nucleari contro gli imperialisti Usa […] a portata di tiro”. Ricordiamo che l’ultimo esperimento della Difesa nordcoreana ha avuto luogo presso lo Sohae Space Center di Tongchang-ri, nel nordovest del paese. Si tratta dello stesso sito dal quale il 7 febbraio scorso è stato lanciato un razzo e diversi vettori a corto e medio raggio. In quell’occasione il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, che ha incassato l’assenso della Cina, aveva varato nuove e severe sanzioni contro Pyongyang.

Gli analisti continuano a sostenere che le ultime mosse di Kim sono tutte da correlare del congresso al Partito dei Lavoratori. Era da 36 anni che non veniva convocato un plenum. L’obiettivo del dittatore è quello di presentarsi come personalità forte, capace di mediare gli tra partito e generali.

Tuttavia, pur non avendo informazioni che possano bucare il sistema di censura della Corea del Nord, non è escluso che in seno al partito ci sarà chi avrà il coraggio di manifestare posizioni differenti rispetto a quelle della leadership. Non è detto, poi, che l’uscita del portavoce della Difesa di inizio mese sia da intendersi come semplice propaganda. Potrebbe anche essere interpretata come un segnale di un piccolo cedimento intorno alla cerchia dei fedelissimi del leader supremo.

Ovviamente, la strategia di Kim non fa che accelerare la militarizzazione della zona. Il Giappone, infatti, ha messo da parte la sua Costituzione pacifista e la Corea del Sud vede con favore un maggior impegno degli Stati Uniti a difesa dei propri confini. La Cina, che non ha chiuso totalmente le relazioni con Pyongyang, avrà il compito di spingere il governo nordcoreano su pozioni più miti, per evitare che ci sia una escalation di tensioni.

Ultime notizie su Corea del Nord

Tutto su Corea del Nord →