Sondaggi elezioni comunali Torino 2016: Fassino rischia contro il Movimento 5 Stelle

I sondaggi danno l’attuale sindaco di Torino in vantaggio; ma al ballottaggio Chiara Appendino potrebbe riuscire nel sorpasso.

I sondaggi sulle elezioni comunali di Torino non permettono a Piero Fassino di dormire sonni tranquilli. Poco importa che la coalizione che lo appoggia sia davvero ampia (dalla sinistra ad alcuni fuoriusciti dell’Ncd e di Forza Italia) e poco importa che il centrodestra sia spaccato, perché il vero timore per l’attuale sindaco di Torino ha un solo nome: Chiara Appendino, candidato sindaco del Movimento 5 Stelle.

Per il momento, i sondaggi su Torino registrano infatti una dinamica molto chiara. Al primo turno non c’è competizione: Piero Fassino è nettamente in vantaggio. Secondo le rilevazioni Index Research, per la precisione, il sindaco sarebbe al 46%. A un passo, quindi, da una vittoria addirittura al primo turno. Segue, molto staccata, proprio Chiara Appendino, che nel corso dei mesi ha continuano a crescere ed è oggi data al 32%.

I due candidati, quindi, raggruppano la gran parte dei voti, lasciano ai numerosi rivali solo il 22%. Ma se Fassino si ritrova a sfiorare la vittoria già al primo turno, perché dovrebbe preoccuparsi? Il punto è proprio questo: se per caso Fassino non dovesse riuscire nell’impresa al primo turno, al ballottaggio con Chiara Appendino rischia moltissimo. Sempre secondo i sondaggi su Torino di Index Research, il suo vantaggio è davvero risicato: 52% contro 48%.

Solo quattro punti di distacco, una forbice che rientra anche nel margine di errore dei sondaggi e che quindi fa temere il colpaccio. Come nel caso di Roma, con Virginia Raggi, anche a Torino il Movimento 5 Stelle è riuscito a individuare una candidata che sembra davvero avere tutte le caratteristiche per condurre una campagna elettorale combattiva e convincente. Facendo perdere il sonno a chi pensava di avere già la rielezione in tasca.

I Video di Blogo