Salvo Riina a Porta A Porta, polemiche da tutti i fronti. Rosy Bindi: “É negazionismo della mafia”

Bruno Vespa non ha intenzione di cambiare idea, ma il presidente della Vigilanza Rai promette di approfondire la questione.

La puntata di questa sera di Porta A Porta avrà come ospite Giuseppe Salvatore Riina, figlio dello storico boss di Cosa Nostra detenuto al 41bis, intervistato da Bruno Vespa in occasione dell’uscita del libro in cui racconta la propria esperienza da figlio di Totò Riina.

La notizia della partecipazione dell’uomo, in libertà dopo aver scontato 8 anni e 10 mesi per associazione mafiosa, è stata accolta da forti polemiche in arrivo da più fronti, a cominciare dalle dure parole di Rosy Bindi, presidente della Commissione parlamentare Antimafia:

Mi auguro che in Rai ci sia un ripensamento. Ma se questa sera andrà in onda l’intervista al figlio di Totò Riina, avremo la conferma che Porta a porta si presta a essere il salotto del negazionismo della mafia e chiederò all’Ufficio di Presidenza di convocare in Commissione la Presidente e il Direttore generale della Rai.

Il Presidente Del Senato Pietro Grasso ha dato la propria opinione via Twitter:

Ed è scesa in campo anche Maria Falcone, sorella del giudice Giovanni Falcone ucciso da Cosa Nostra nella strage di Capaci del 1992 insieme alla moglie Francesca Morvillo e ai tre agenti della scorta, Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro:

Apprendo costernata, considero incredibile la notizia: da 24 anni mi impegno per portare ai ragazzi di tutta Italia i valori di legalità e giustizia per i quali mio fratello ha affrontato l’estremo sacrificio ed è indegna questa presenza in una emittente che dovrebbe fare servizio pubblico.

Anche Salvatore Borsellino, fratello del magistrato Paolo Borsellino ucciso da Cosa Nostra nella strage di via d’Amelio del 1992, ha espresso lo stesso sdegno:

É vergognoso che il servizio pubblico della Rai dia spazio a queste persone, così come è vergognoso che ci siano editori che fanno raccontare a questi personaggi un cumulo di falsità dove dipingono il padre come il più tenero dei padri e invece sappiamo tutti di cosa si tratta: si tratta di un assassino.

Per il Movimento 5 Stelle è Roberto Fico, presidente della Vigilanza Rai, a tuonare contro questa decisione, promettendo tutte le verifiche del caso:

Il Direttore Generale della Rai Campo dall'Orto ha autorizzato la presentazione del libro del figlio di Riina a "Porta a…

Posted by Roberto Fico on Wednesday, April 6, 2016

Le polemiche, al momento, non sembrano aver sortito l’effetto sperato. Bruno Vespa, interpellato sulla questione, si è limitato a rispondere: “Certo che andrà in onda, perchè non dovrebbe?”.