Sondaggi politici, primo aprile 2016: scende il Pd, sale il M5S

Gli ultimi sondaggi politici mostrano una netta discesa del PD. E il peggio deve ancora venire.

I sondaggi politici Ixè tramessi ad Agorà sono di norma i più generosi con il Partito Democratico, ma è probabile che nelle prossime settimane rifletteranno una crisi (si vedrà se più o meno breve). Già questa settimana il calo del PD è evidente, ma le rilevazioni sono state ovviamente fatte quando ancora nulla si sapeva delle dimissioni del ministro Guidi; una questione che sicuramente impatterà sul principale partito di governo.

Il Partito Democratico, comunque, è già dato in calo abbastanza notevole, avendo perso mezzo punto e passando dal 34,5 al 34,1%. Se ne giova con tutta probabilità il Movimento 5 Stelle, che contemporaneamente conquista 4 decimali salendo al 25,4%. E anche in questo caso, la risalita del M5S potrebbe non fermarsi qui, come sempre accade in caso di scandali, inchieste e dimissioni.

Guadagna qualcosa anche la Lega Nord, che passa al 14,4% (+0,3); mentre perde due decimali Forza Italia, che scende al 10% e rimane quindi solo di un soffio al di sopra della quota psicologica. Scendere al di sotto di questa cifra significherebbe rientrare a tutti gli effetti tra i partiti minori, qualcosa di molto difficile da digerire per un partito che per vent’anni ha dichiarato la sua “vocazione maggioritaria”.

Rimane stabile Sinistra Italiana, al 5%, mentre ci si potrebbe attendere qualcosa di più da Fratelli d’Italia, che sale al 3,7% ma non sembra giovarsi realmente della visibilità di Giorgia Meloni, tra i principali candidati a sindaco di Roma.

I Video di Blogo