Caso Guidi: M5S presenta una mozione di sfiducia per tutto il Governo

M5S sfida la minoranza Dem: “Votate la mozione di sfiducia per il Governo”

Aggiornamento 17:20 – Il minoranza Dem ha respinto l’invito di Luigi Di Maio a votare la mozione di sfiducia che il Movimento 5 Stelle presenterà al Senato. A rispondere al leader del movimento è stato Roberto Speranza, un fedelissimo di Bersani: “Dai 5 Stelle propaganda a buon mercato. Il problema degli anticorpi deboli della politica è molto serio. Non banalizziamo. Sono emersi fatti inquietanti, non si può mettere la testa sotto la sabbia“.

Anche Matteo Renzi è finalmente entrato nel dibattito rilasciando una breve dichiarazione dagli Stati Uniti. Il Premier ha difeso l’ex ministra Guidi, definendo la sua condotta solo inopportuno.

Caso Guidi: M5S presenta una mozione di sfiducia per tutto il Governo

Le dimissioni di Federica Guidi da ministra dello sviluppo economico non sono bastate a placare le minoranze. Il M5S ha infatti deciso di presentare una mozione di sfiducia contro l’intero Governo, rifiutando contestualmente l’invito della Lega Nord a scrivere in collaborazione il testo. I 5 Stelle hanno pubblicato un articolo sul blog di Beppe Grillo ricordando un intervento di Andrea Cioffi dello scorso 18 dicembre 2014 in Senato, con il quale chiedeva spiegazioni proprio sull’emendamento incriminato.

Questo l’intervento di Cioffi: “Ma cosa ci sta dentro questa finanziaria? Ci sono tante cose. Ci sono alcuni emendamenti fatti dal Governo che hanno nome e cognome. Ce n’è uno che si chiama “Total”, se volete potete usare “total” sia come nome che come cognome, tipo “Total, total!”. Perché quando voi inserite nella legge la possibilità di rendere opere strategiche anche i tubi che servono per portare il petrolio di Tempa Rossa, che è una concessione data alla Total, e anche le infrastrutture che andranno al porto di Taranto, perché questo stiamo facendo, stiamo facendo un regalo alla Total. Allora ci dobbiamo chiedere: Ma la Total ha soffiato nell’orecchio di qualcuno, del Governo, che gli scrive l’emendamento? La Total, per caso, la pongo come ipotesi Presidente, ha agevolato il percorso che ha portato alla scrittura di quell’emendamento a suo favore? La Total ha contribuito economicamente, in maniera trasparente, perché non si possa mai pensare che non lo faccia in maniera trasparente (quello sarebbe un reato e i reati li accerta la magistratura, ed è il caso che inizi a accertarli, magari proprio su questa cosa). Insomma: la Total ha dato qualcosa al Governo che gli ha fatto questo regalo?

Il M5S adesso punta soprattutto il dito contro Maria Elena Boschi, chiamata in causa dalla Guidi nell’intercettazione con il fidanzato, nella quale sosteneva che sarebbe dovuta essere la ministra delle riforme a dare il suo assenso definitivo sull’emendamento incriminato. Forza Italia è pronta a dare il suo contributo in aula come ha annunciato il capogruppo alla Camera Renato Brunetta: “Noi firmeremo assieme a tutte le altre opposizioni mozioni di sfiducia nei confronti dell’esecutivo“.

Il M5S dovrebbe presentare la sua mozione al Senato, dove il governo non può contare su un ampio consenso. Per questo motivo Di Maio ha sfidato la minoranza Dem chiedendo loro una scelta coraggiosa: “Il M5S presenta una mozione di sfiducia a tutto il governo in riferimento alla vicenda che ha portato alle dimissioni del ministro Guidi. Chi vuole mandare a casa il governo Renzie? Tutti dicono di volerlo. La minoranza Pd lo vuole o vuole tenersi la poltrona? La Lega lo vuole? Tutti coloro che si oppongono a Renzi votino la nostra mozione!

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →