Erdogan infuriato con la Germania per una canzone satirica

Si tratta della presa in giro del leader turco: “Erdowie, Erdowo, Erdogan”.

di andreas

[blogo-video id=”372089″ title=”Erdowie, Erdowo, Erdogan | Il video satirico che ha fatto infuriare Erdogan” content=”” provider=”youtube” image_url=”https://i.ytimg.com/vi/R2e2yHjc_mc/maxresdefault.jpg” thumb_maxres=”1″ url=”https://www.youtube.com/watch?v=R2e2yHjc_mc” embed=”PGRpdiBpZD0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fMzcyMDg5JyBjbGFzcz0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudCc+PGlmcmFtZSB3aWR0aD0iNTAwIiBoZWlnaHQ9IjI4MSIgc3JjPSJodHRwczovL3d3dy55b3V0dWJlLmNvbS9lbWJlZC9SMmUyeUhqY19tYz9mZWF0dXJlPW9lbWJlZCIgZnJhbWVib3JkZXI9IjAiIGFsbG93ZnVsbHNjcmVlbj48L2lmcmFtZT48c3R5bGU+I21wLXZpZGVvX2NvbnRlbnRfXzM3MjA4OXtwb3NpdGlvbjogcmVsYXRpdmU7cGFkZGluZy1ib3R0b206IDU2LjI1JTtoZWlnaHQ6IDAgIWltcG9ydGFudDtvdmVyZmxvdzogaGlkZGVuO3dpZHRoOiAxMDAlICFpbXBvcnRhbnQ7fSAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fMzcyMDg5IC5icmlkLCAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fMzcyMDg5IGlmcmFtZSB7cG9zaXRpb246IGFic29sdXRlICFpbXBvcnRhbnQ7dG9wOiAwICFpbXBvcnRhbnQ7IGxlZnQ6IDAgIWltcG9ydGFudDt3aWR0aDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O2hlaWdodDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O308L3N0eWxlPjwvZGl2Pg==”]

Il video musicale satirico che trovate in cima al post ha creato un incidente diplomatico tra Turchia e Germania, tanto che Ankara ha chiesto udienza all’ambasciatore tedesco in Turchia. Il video è stato trasmesso il 17 marzo all’interno di Extra 3, uno show in onda sul canale NDR, e si intitola “Erdowie, Erdowo, Erdogan”.

Nel video si mostra Erdogan mentre gioca a calcio, mentre cade da un cavallo e mentre indossa un’enorme parrucca bionda per motivi a noi ignoti. Il tutto, però, non fa molto ridere, visto che nel clip si vedono anche e soprattutto i pestaggi della polizia contro i dimostranti nelle varie manifestazioni di protesta che hanno attraversato il paese.

“Con i gas lacrimogeni e i cannoni d’acqua lui cavalcherà lungo la notte”, recita una battuta della canzone, che si concentra sulle recenti restrizioni alla libertà di espressione che stanno avendo luogo in Turchia e che hanno creato non poche frizioni con l’Unione Europea.

Ma c’è spazio anche per l’uguaglianza dei diritti per le donne, che Erdogan rispetta a modo suo, visto – come si sottolinea nel video – che fa picchiare le donne alle manifestazioni esattamente come gli uomini.

La richiesta della Turchia è che il network smetta di trasmettere questo videoclip, richiesta alla quale il canale ha risposto continuando a diffondere il link su Twitter. Se c’è una cosa che Erdogan non ha ancora imparato, evidentemente, è che scatenando la polemica si ottiene solo di rendere noto a livello internazionale qualcosa che fino a poco fa conosceva in pochi.