Atp Finals 2015: Federer batte Djokovic 7-5; 6-2 e passa in semifinale

Atp Finals Londra 2015. Federer sconfigge Djokovic 7-5; 6-2 e passa in semifinale con un turno di anticipo.

Atp Finals Londra 2015. Un buon Federer batte un Djokovic incostante 7-5; 6-2 e conquista l’ennesima qualificazione in semifinale al Masters.

Partita di discreto livello quella di stasera alla quale però è mancato il pathos degli appuntamenti decisivi. Primo set dominato dalla successione dei turni in battuta fino al 6-5 per Federer. Costretto a servire, per la seconda volta, per riequilibrare il parziale, Djokovic si fa breakkare sul terzo set point concesso al rivale che chiude il parziale con una pregevole smorzata a rete.

In fiducia, Federer comincia bene anche la seconda frazione con il break immediato che lo porta sul 2-0 prima dell’ultimo guizzo di Djokovic. Controbreak immediato e 2-2. E’ il canto del cigno tuttavia per il serbo che, falloso come non mai in questa stagione e infastidito dal pubblico in gran parte schierato per Roger, subisce un doppio break e quattro game di fila senza lottare. Finisce 6-2, epilogo che costringe Djokovic a giocarsi la qualificazione giovedì contro Berdych. Federer, invece, deve blindare il primo posto con Nishikori ancora in corsa per la semifinale dopo la vittoria odierna con lo stesso Berdych (7-5; 3-6; 6-3).

Atp Finals 2015: il live di Federer-Djokovic

Atp Finals 2015 | Presentazione Djokovic-Federer

Atp Finals Londra 2015. Dalle 21.10, in diretta, il match tra Federer e Djokovic valido per la seconda giornata della fase a gruppi.

Alla O2 Arena si affrontano i due leader del girone Stan Smith, vincitori, entrambi all’esordio in due set su Berdych e Nishikori, nella sfida che potrebbe decretare, con un turno di anticipo, il primo semifinalista del torneo di singolare.

Per la prima volta quest’anno, Federer e Djokovic si incontrano prima di una Finale. Sei i confronti diretti nel 2015, tutti decisivi per l’assegnazione del titolo. A fine febbraio, il primo incrocio nell’epilogo dell’Atp 500 di Dubai con Federer che si impone 6-3; 7-5. Immediata la rivincita del numero uno del mondo che tra marzo e maggio batte Roger in due finali Masters, a Indian Wells e Roma. A luglio, altra vittoria del serbo, ben più importante delle precedenti, nell’atto finale di Wimbledon. Federer si rifà parzialmente a Cincinnati ma allo Us Open è ancora Nole a negargli, di nuovo, la gioia di uno Slam che manca da tre anni nel ricco palmares dell’elvetico.

Djokovic – Federer che sarebbe dovuta anche essere la finale della passata edizione del Masters, disertata in anticipo da Roger per il riacutizzarsi del dolore alla schiena. Con un anno di ritardo, pertanto, il pubblico londinese e i tanti spettatori in tv possono gustarsi la migliore partita possibile in questo momento nella quale, proprio l’assenza di un obiettivo immediato e l’assillo del risultato a tutti i costi potrebbe favorire un maggiore spettacolo, aspetto quest’ultimo che tuttavia non è mai mancato nelle sette sfide stagionali.

Sia Djokovic che Federer torneranno in campo giovedì. Nole contro Berdych, Roger con Nishikori. Insomma, anche per chi perde stasera, la semifinale del Masters rimane comunque alla portata.

Ultime notizie su ATP Tour

Tutto su ATP Tour →