Usa 2016, primarie: Sanders si aggiudica anche le Hawaii

Sanders vince nello Stato di Washington e in Alsaka. Clinton rimane la favorita, ma Bernie “il rosso” se la giocherà fino alla convention

Aggiornamento ore 14.15 – Dopo aver trionfato nello Stato di Washington e in Alaska, Sanders si aggiudica anche le Hawaii. Su un campione dell’88% delle schede scrutinate, il senatore liberal si attesta al 79% dei consensi, contro il 21% di Hillary Clinton.

Usa 2016, primarie: Sanders vince nello Stato di Washington e in Alaska

Bernie Sanders è ancora in corsa, e se la giocherà fino alla convention. L’esponente liberal del Partito Democratico si è aggiudicato i caucus nello Stato di Washington e in Alaska. Hillary Clinton, tuttavia, resta la grande favorita per la nomination.

Il politico di New York ha sfruttato la formula di voto dei caucus, aggiudicandosi Washington e Alaska (si votava anche alle Hawaii). A Seattle, venerdì, si respirava già aria di vittoria: in 15 mila hanno preso parte al comizio di Sanders.

L’affluenza alle urne è stata ovunque molto alta. E quando ciò accade è sempre Bernie “il rosso” che riesce a spuntarla sulla Clinton. In Alaska il senatore ha incassato l’80,7%,, mentre la sua rivale si è fermata al 19,3%. Nello Stato di Washington, Sanders ha ottenuto il 72,3% dei consensi contro il 27,6% di Hillary. I risultati della Hawaii non sono ancora pervenuti.

Dal Wisconsin, Sanders ha commentato con grande entusiasmo il voto di ieri: “siamo in marcia verso la vittoria. Nessuno può negare che la nostra campagna stia vivendo un momento favorevole. Vediamo una grandissima affluenza e la vittoria è anche portare la gente nel processo politico”.

Il senatore 74enne democratico ha poi ringraziato i giovani, che rappresentano il grosso del suo elettorato: “elezione dopo elezione stiamo vincendo con una straordinaria percentuale di giovani […] Vinciamo con il futuro dell’America”.

Clinton mantiene un vantaggio di 300 delegati, ma Sanders sta certamente facendo una campagna elettorale al di sopra delle aspettative. Quando presentò la sua candidatura, i sondaggi e gli analisti lo davano sconfitto in partenza.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Elezioni USA

Tutto su Elezioni USA →