Ballarò, puntata 15 marzo 2016

La puntata di stasera di Ballarò in diretta su Blogo.

Ballarò, 15 marzo 2016: La diretta della puntata

  • 21.14

    Comincia la puntata n. 26 di Ballarò. Giannini si collega con il corrispondente RAI Romagnoli da Bruxelles per gli aggiornamenti sull’operazione antiterrorismo: “Si è conclusa operazione che ha portato all’uccisione del presunto terrorista. L’atmosfera ricorda un po’ qualla dei Brigatisti Rossi. Tutto questo è avventuro nell’ambito di un’indagine sui fatti di Parigi”.

  • 21.21

    Giannini anticipa i temi: si parlerà ancora di cibo (dall’olio tunisino al latte). Ospiti Bonafè, Salvini, Vissani, Monini, Mauro Corona (collegato da Erto) con il cane Rocco.

  • 21.26

    Arriva il momento della Gialappa’s. La loro satira irriverente punta sui politici e il cibo: da Renzi e la famosa gag del gelato alla Merkel che tenta di nascondere quello che mangia. Poi Brunetta ai fornelli, Buonanno che tira fuori banane e pesci in aula. Anche il pizzaiolo che regala una pizza al Papa a Napoli. Infine la trovata di Storace: “Se sarò eletto sindaco di Roma convocherò l’ambasciatore indiano e dirò ‘Se entro dieci giorni non fate tornare i Marò, chiudo tutti i ristoranti indiani a Roma’.

  • 21.29

    Come non sbertucciare poi l’inglese di Renzi e di Rutelli, Berlusconi.. Tornata la linea allo studio, Giannini lancia il servizio sull’olio tunisino introduttivo al talk.

  • 21.41

    Monini ridimensiona e invita a star tranquilli. Salvini: “Se importiamo, lavorano tunisini e restano a casa gli italiani. E questo mi fa girare le palle. Qualcuno che è al Governo ha svenduto il nostro cibo e la nostra agricoltura all’Europa. E ora i nostri figli mangiano schifezze”.

  • 21.50

    Bonafè: “Io ho votato contro perchè si svantaggiano gli olivicoltori italiani e non si aiuta la Tunisia”. Corona: “Vedo una cattiva mossa. Quel poco che tiene ancora in piedi l’Italia è l’unicità dei suoi prodotti. Renzi si faccia dare petrolio o benzina, non l’olio. La bontà non basta, deve essere supportata dall’intelligenza. Dobbiamo essere buoni ma intelligenti”.

  • 22.05

    Dall’olio si passa al latte: l’inchiesta di Alessio Lasta.

  • 22.12

    Vissani: “Ma il sistema di controllo su questi cibi dove sta? Dov’è il controllo della materia prima? Pensiamo anche alla mozzarella: ogni giorno arriva in Italia latte in polvere. Dove finisce?”.

  • 22.15

    Salvini: “Mi rivolgo agli allevatori e agli agricoltori dicendo che il problema spesso sono i loro rappresentanti sindacali. Se questa è l’Europa meglio soli che male accompagnati. E ci beviamo il nostro latte”. Bonafè: “Parla Salvini che ci siamo trovati pieni di multe che ancora paghiamo per i danni delle quote latte. Il nostro governo ha tolto l’Imu agricola, l’Irap agricola.. Alla faccia di chi dice che non stiamo facendo nulla”.

  • 22.25

    Chi ci governa dovrebbe incentivare l’iniziativa privata. I ragazzi dovrebbero aprire fattorie. Vi rendete conto che ci svegliamo la mattina e abbiamo paura? Del latte, dell’olio. C’è un problema da Bruxelles, ci hanno reso un popolo di impauriti”. La rappresentanza degli allevatori: “Dobbiamo battere i pugni in Europa”.

  • 22.38

    Si torna al dibattito politico partendo dalle dichiarazioni di Silvio Berlusconi su Giorgia Meloni candidata a sindaco di Roma.

  • 22.45

    Salvini: “Scopro questo enorme interesse per la qualità della vita delle mamme. Ci tenevo a ringraziarla perché si è parlato di temi concreti e spero sopravviva al renzismo televisivo. Oggi Berlusconi ha detto ‘Risolvo il problema rom facendo villaggi rom e dandogli lavori statale’. Sì, ho incontrato la Meloni e appoggio la sua candidatura. Ho detto alla Meloni “tu per me per Roma puoi fare tanto” “. Bonafè: “Mi piacerebbe vivere in un Paese in cui non ci si domanda se una mamma può fare o meno il sindaco. Più che altro c’è una faida interna alla destra. Noi facciamo le primarie, loro si incontrano nelle segrete stanze e vien fuori che candidata è la Meloni”. Salvini sulla rottura con Berlusconi: “Ha detto che non ho mai lavorato. Ho fatto il giornalista 10 anni. Se non ho fatto un ca**o io, non l’ha fatto nemmeno lei Giannini”. Infine, il leader leghista si rifiuta di scusarsi con Laura Boldrini, anzi incalza “E’ razzista se va a Palermo e dice che gli italiani non vogliono far più figli e per questo gli immigrati ci pagano le pensioni”. Giannini sottolinea che un’accusa di razzismo proveniente da Salvini è un po’ un controsenso.

  • 22.55

    Entra l’attore Fabrizio Bentivoglio (in promozione per Forever Young) che invita Giannini a darsi del tu. L’attore: “Una battuta di Brizzi ‘Una volta le nonne facevano le torte, oggi fanno pilates’. Ci sono dei nonni che facendo dei conti con le piccole pensioni devono decidere di cambiare vita, abitudini, Paese. Gli faccio i miei migliori auguri. Questa diaspora dei nonni, mi fa pensare alla diaspora dei giovani laureati. Via i nonni e i nipoti, restano padri e madri un po’ più soli. Rottamazione? Dipende. E’ una parola forte, si rischia di perdere per strada valori di esperienza e di conoscenza”.

  • 23.07

    Michele Mirabella: “Prima era un onore ospitare i genitori e coabitare. Oggi la coabitazione avviene con gli estranei. Perché non c’è più affetto Non c’è più affetto per i pensionati anziani. Li si parcheggia nelle case di riposo”.

  • 23.10

    Barbagallo: Abbiamo mandato una lettera al governo perchè si lavori sulla flessibilità in uscita.

  • 23.20

    I pensionati in collegamento sono tutti in procinto a lasciare l’Italia per trasferirsi nelle Canarie: agevolazioni fiscali, costi inferiori della vita e dei servizi.

  • 23.30

    Servizio su pensioni d’oro e vitalizi.

  • 23.52

    Barisoni: “Per me i politici non dovrebbero neanche avere la pensione per il loro mandato. Fare il deputato è un servizio”. Bonafè: “Non possiamo fare provvedimenti spot per ogni singola situazione per risolvere il problema delle pensioni”.

  • 23.58

    Barbagallo: “Le pensioni in Italia sono tassate il doppio, la previdenza privata è tassata il doppio. Un detto Masai dice : ‘ I giovani sanno correre veloci, ivecchi conoscono la strada’. Insieme possiamo arrivare dove è giusto arrivare”. Mauro Corona: “Non so se avrò la pensione, ma non andrò alle Canarie. C’è il rischio di innamorarsi di nuovo della moglie”. Risate in studio.

  • 00.01

    Momento sondaggi.

  • 00.03

    Le intenzioni di voto:

  • 00.04

    Puntata finita.

Ballarò, 15 marzo 2016: Anticipazioni della puntata

In onda stasera, martedì 15 marzo 2016, alle 21:15, la ventiseiesima puntata di questa stagione di Ballarò, il talk show di approfondimento politico di Rai 3 condotto dal giornalista Massimo Giannini.

Ballarò, 15 marzo 2016: ospiti della puntata

Tra gli ospiti della puntata di Ballarò di questa sera: il leader della Lega Nord Matteo Salvini, l’eurodeputata Pd Simona Bonafè e lo scrittore e alpinista Mauro Corona.Come di consueto sarà ospite anche Alessandra Ghisleri, direttrice di Euromedia Research, che darà in diretta i risultati dei sondaggi realizzati per Ballarò e in studio ci sarà, ad aggiornare sulle notizie che arrivano dalla rete, la giornalista Cecilia Carpio.

Ballarò, puntata 15 marzo 2016 : la Gialappa’s Band

La Gialappa’s Band, oramai entrata nella squadra di Ballarò, commenterà con la sua satira i principali spunti provenienti dalla politica. In particolare farà un’analisi semiseria della passione dei politici per la cucina e sulle loro difficoltà con la lingua inglese.

Ballarò, come vederlo in tv e in streaming

Il talk show va in onda ogni martedì, a partire dalle 21:05, su Rai 3. Ma si può seguire la puntata anche in streaming sul sito Rai.tv e, naturalmente, seguire e commentare la nostra diretta su Polisblog, magazine di Blogo.

Ballarò, come seguirlo sui social network

Oltre a poter rivedere i contenuti video sul sito ufficiale del programma www.ballaro.rai.it Ballarò si può seguire anche sulla pagina Facebook e sull’account Twitter oltre che commentare usando l’hashtag #ballarò.

I Video di Blogo.it