Siria, Putin annuncia il parziale ritiro delle truppe russe

Il Presidente russo ha già comunicato la sua decisione all’omologo siriano Assad.

Il Presidente russo Vladimir Putin ha annunciato al suo omologo siriano Bashar al-Assad l’intenzione di ritirare “buona parte” delle truppe russe schierate in Siria. La notizia è stata riferita dal portavoce del Cremlino, Dimitri Peskov.

“L’obiettivo che si erano posti il nostro ministero della difesa le forze armate è stato, nel suo complesso, raggiunto e quindi il ministero della Difesa ordina, a partire da domani, di iniziare il ritiro della maggior parte dei nostri contingenti militari dalla Repubblica araba siriana”

ha dichiarato alla televisione il Ministro della Difesa russo Sergei Shoigu. Insomma, per la Russia “il più è fatto” e il ritiro dovrebbe cominciare martedì 15 marzo. Putin avrebbe già comunicato la sua decisione al suo omologo siriano Assad, il quale si sarebbe detto d’accordo, rassicurandolo inoltre sul mantenimento della posizione da parte dell’aviazione, che continuerà con le attività di copertura a garanzia della sicurezza aerea e del cessate il fuoco. Putin avrebbe anche comunicato l’intenzione di agire nei colloqui di pace tramite il Ministero degli Esteri, indicando oggi quel tavolo come l’ultimo atto della guerra civile siriana. La Russia aveva iniziato le sue operazioni militari il 30 settembre del 2015.

L’annuncio è arrivato nel bel mezzo dei colloqui di pace a Ginevra volti a risolvere il conflitto siriano.

(in aggiornamento)