Piazzapulita | Puntata 14 marzo 2016

Piazzapulita: la puntata del 14 marzo 2016

  • 21.17

    Inizia la puntata.

  • 21.19

    Si parte dalle banche. Il primo servizio si occupa della Banca Popolare di Vicenza e dei risparmiatori che hanno perso tutto.

  • 21.29

    Zanetti: “Le banche in questi anni non hanno prestato soldi solo agli amici, ma anche alle imprese. Poi ci sono comportamenti scorretti”.

  • 21.30

    Lezzi: “Il 3% dei prestiti bancari sono quelli da 0 a 30 mila euro, il 73% dai 500 mila euro in più. Agli amici degli amici”.

  • 21.33

    Zanetti: “I prestiti sopra i 500 mila euro sono agli amici degli amici? No, sono operazioni di crediti a tantissime medie imprese italiane”.

  • 21.35

    Lezzi precisa: “Non tutti quei prestiti vanno agli amici degli amici”. E aggiunge: “Ma il sistema è malato”.

  • 21.36

    Di Pietro: “Non confondiamo con le sofferenze delle banche per la crisi con l’illusione creata a tante persone facendole investire e lucrandoci sopra”.

  • 21.37

    Cerno: “Prima la banca difendeva i tuoi soldi. Oggi il rapinatore sta dentro la banca, ai piani altissimi. E con l’aiuto dello sceriffo ha tolto i soldi a chi si fidava della banca”.

  • 21.40

    Francesca Casillo, risparmiatrice di Banca Popolare dell’Etruria e del Lazio, in studio: “Ho investito 40 mila euro in obbligazioni subordinate non sapendo fossero tali. Non mi era stato spiegato nulla”.

  • 21.45

    Zanetti precisa che “i risarcimenti per le azioni non sono previsti”.

  • 21.46

    Zanetti: “I risarcimenti ci saranno sulla base dell’istruttoria. Sono stati stanziati 100 milioni, finora. Il nostro obiettivo è togliere il tetto dei 100 milioni”.

  • 21.47

    Zanetti ammette che il governo sta temporeggiando sui decreti, la cui scadenza è il 31 marzo: “Non posso difendere il governo su questo”. Lezzi: “Lei è il governo”.

  • 21.48

    Secondo Lezzi, gli amministratori delle banche, “con la complicità di Consob e Bankitalia, hanno truffato i risparmiatori”.

  • 21.49

    Lezzi: “La banca non può vendere prodotti se non ha la certezza delle competenze del risparmiatore”.

  • 21.53

    Cerno: “Magari non ci fossero stati i controlli! Invece ci sono stati, ma sono stati fatti male, chiedendo a quello che ha rubato se abbia rubato”.

  • 21.56

    Di Pietro: “Quando c’è uno raggirato pagano i cittadini che pagano le tasse? Questo è un dramma”.

  • 22.04

    Collegamento da Vittoria, in provincia di Ragusa, dove oggi c’è stata una manifestazione in difesa del pomodoro ciliegino.

  • 22.06

    Dalla Sicilia gli agricoltori protestano per il fatto che i il pomodoro rimane nelle serre e così sulle tavole dei consumatri arrivano i prodotti importati.

  • 22.09

    Fabio Picchi, chef, si rivolge ai siciliani: “Uscite dal monoprodotto, la vostra terra è la prima per biodiversità”.

  • 22.11

    Di Pietro: “Oggi il piccolo e medio agricoltore ha più spese che incasso. I ricchi mangiano bene, i poveri devono accontentarsi dei cibi di scarto. Si ritorna al Medioevo. A me fare l’olio costa 12 euro e 50”.

  • 22.14

    Gli agricoltori siciliano: “Non vogliamo dazi, ma che ci venga riconosciuto lo stato di crisi. Lo Stato deve intervenire con soldi pubblici, ma non a pioggia. E comunque noi produciamo non solo pomodori, ma anche peperoni, melanzane e altro”.

  • 22.18

    Frutta, verdura e prodotti freschi nei supermercati italiani.

  • 22.20

    Picchi: “Perché le grandi distribuzioni non introducono un principio interno di controllo?”

  • 22.22

    Lezzi al governo: “Se non volete i dazi allora abbassate le tasse. Con tasse normali i dazi non servono”.

  • 22.33

    Si riparte dalla visita di Salvini in Sicilia.

  • 22.34

    Nel servizio si parla anche delle case pignorate a Vittoria.

  • 22.40

    Zanetti spiega che il governo sta studiando l’introduzione di un meccanismo che in caso di mancato pagamento del mutui porti vantaggio non solo alla banca ma anche ai clienti.

  • 22.41

    Lezzi vorrebbe “impignorabile la prima casa”. Zanetti: “Noi l’abbiamo resa impignorabile per questioni di fisco. Tra privati non è possibile”.

  • 22.47

    Cerno spiega che lo Stato dovrebbe distinguere tra chi non vuole pagare il debito e chi non può.

  • 22.48

    Cerno: “Bisogna definire dei criteri etici nel comparto alimentare”

  • 22.58

    Si cambia tema: elezioni amministrative e gazebarie a Roma. D’Agostino: “È il bagaglino, ogni partito sforna un candidato al giorno. Nel centrodestra sono più i candidati che i votanti”.

  • 23.04

    Brunetta: “Si può votare una volta sola, non siamo mica quelli del Pd”. L’inviata di #Piazzapulita ha votato 7 volte.

  • 23.05

    Berlusconi parla dal predellino della sua auto. E blocca Roma.

  • 23.09

    De Girolamo: “Da noi non si sono visti cinesi, né soldi davanti alle urne”. Poi aggiunge: “Ci siamo trovati così bene per 20 anni con le scelte di Berlusconi”. D’Agostino: “Questa è la vostra democrazia”.

  • 23.10

    De Girolamo: “Berlusconi ha i voti”. D’Agostino insinua che Berlusconi voglia continuare a fare politica per aiutare le sue aziende (e venderle).

  • 23.12

    D’Agostino: “Siete un baraccone”. De Girolamo: “Non è colpa di Forza Italia, Salvini ha cambiato idea su Bertolaso”.

  • 23.14

    D’Agostino: “Berlusconi ha regalato Roma e Milano a Renzi, è un accordo”.

  • 23.16

    L’editoriale di De Angelis sul patto del Nazareno risorto.

  • 23.19

    D’Agostino: “L’obiettivo di Berlusconi è solo come vendere Mediaset a Bollorè. Premium è un fallimento”

  • 23.20

    De Girolamo: “Surreale che si continui a parlare di Mediaset e degli affari di Berlusconi, che è all’opposizione”.

  • 23.21

    D’Agostino: “Bugie, non possiamo raccontare caxxate”.

  • 23.24

    De Girolamo ricorda che lei indicò nella Meloni la candidata migliore: “Ma ormai è tardi, ora c’è in campo Bertolaso, a cui è stato chiesto un sacrificio”.

  • 23.25

    Secondo De Angelis, alla fine si candiderà la Meloni.

  • 23.27

    D’Agostino: “Bertolaso è un nome debole, scelto per perdere”.

  • 23.27

    Sondaggio Milano.

  • 23.25

    Sondaggio Napoli.

  • 23.31

    De Girolamo sul candidato a Roma: “Speriamo ancora che Salvini e Meloni restino ai patti con Berlusconi, insieme hanno scelto Bertolaso”:

  • 23.32

    Meloni scrive un sms a De Angelis: “Bertolaso non sembra un candidato adeguato”.

  • 23.38

    La testimonianza di Sophie Kasiki, una donna prigioniera dell’Isis

  • 23.44

    Ho preso un aereo da Parigi, ho fatto scalo a Kiev e poi Istanbul. Diversi negozi a Raqqa sono addirittura gestiti da un turchi. Ci sono negozi con prodotti turchi”.

  • 23.45

    Gianluigi Nuzzi in studio.

  • 23.48

    Nuzzi spiega che in Francia il reclutamento dell’Isis è più facile rispetto all’Italia perché lì gli islamici sono giunti alla terza generazione.

  • 23.49

    L’Fbi ha individuato 10 possibili obiettivi in Italia, racconta Nuzzi.

  • 23.51

    Nuzzi sui riscatti: “Sono una tipicità italiana”.

  • 23.55

    Nuzzi fornisce gli aggiornamenti sul processo in Vaticano in cui lui è tra gli imputati.

  • 23.55

    Nuzzi: “La riforma del Papa è lenta ma inesorabile”.

  • 00.02

    Nuzzi spiega che Papa Francesco ha introdotto una norma che prevede maggiore trasparenza nella contabilità (7-800 mila euro) per i processi di santificazione.

  • 00.05

    Nuzzi: “Se mi condannano definitivamente? Bisogna vedere se chiederanno l’estradizione, ma non credo si arriverà a tanto. Sono sereno, se dare le notizie è un reato in Vaticano ne prendo atto”.

  • 00.07

    Renzometro.

  • 00.08

    Credito operativo.

  • 00.12

    Promesse mantenute? 50,6%.

  • 00.12

    Finisce la puntata.

Piazzapulita, il talk show di La7 condotto da Corrado Formigli, torna in onda questa sera. Blogo seguirà l’intera puntata in liveblogging a partire dalle ore 21.10.

Piazzapulita | Anticipazioni puntata 14 marzo 2016

Tra gli ospiti di Corrado Formigli Barbara Lezzi (M5S), il viceministro all’Economia Enrico Zanetti, Antonio Di Pietro, il giornalista Gianluigi Nuzzi e il cuoco Fabio Picchi.

Nel corso della puntata sarà proposta un’intervista esclusiva ad una donna francese fuggita da Raqqa.
Tre mesi vissuti da schiava nel covo dell’ISIS, la ragazza racconterà l’arruolamento, la detenzione e la fuga dal Califfato, rivelando anche informazioni inedite su come è organizzato lo Stato Islamico.

Piazzapulita | Come vederlo in tv e in streaming

Tutte le puntate di Piazzapulita, in onda su La7 a partire dalle ore 21.10, sono visibili in diretta streaming sul sito ufficiale di La7. Su Blogo il liveblogging.

Piazzapulita | Second screen

Piazzapulita ha un sito ufficiale ed ha attivi gli account su Facebook e Twitter

I Video di Blogo

Ultime notizie su Piazzapulita

Tutto su Piazzapulita →