Usa 2016: le proteste cancellano il comizio di Donald Trump (VIDEO e FOTO)

Scontri e feriti prima a Chicago per le proteste contro il candidato il repubblicano.

Forse il simbolo di quanto avvenuto ieri a Chicago è tutto in questo episodio: un ragazzo di colore, tra gli altri manifestanti, viene pestato dagli uomini di Donald Trump, quando interviene la polizia, arresta il ragazzo e lascia liberi gli aggressori. Al di là dei singoli episodi, però, quello che sta avvenendo negli Stati Uniti è chiaro: a ogni comizio di Donald Trump, si presenta una schiera sempre più nutrita di manifestanti anti-Trump.

Il caso di ieri è però diverso: perché la folla, dopo mezz’ora di tensioni, è riuscita a impedire il discorso di Trump, rinviato per paura nonostante l’arena fosse già colma di pubblico. Lo staff del miliardario newyorchese spiega che la decisione è stata presa su suggerimento della polizia, cosa però negata dalla polizia stessa.

Ieri, infatti, si è andato oltre: non più gruppetti isolati di contestatori, spesso ragazzi di colore del movimento Black Lives Matter, ma una contromanifestazione con tutti i crismi, con scontri per le polizie e timori che il tutto sfuggisse di mano. D’altra parte, Chicago è una città che suggerisce prudenza, visti i gruppi radicali che vi abitano e qualche episodio del passato.

Ted Cruz e Marco Rubio non si sono fatti attendere per approfittare delle difficoltà del tycoon: “La sua retorica inaccettabile ha creato questo clima. È il vero responsabile”.

Ultime notizie su Donald Trump

Tutto su Donald Trump →