Mondiali Rugby 2015: Nuova Zelanda in finale, Sudafrica ko 20-18

Mondiali Rugby 2015. La Nuova Zelanda batte il Sudafrica, 20-18, e conquista la finale

Mondiali Rugby 2015. La Nuova Zelanda è in finale. Il Sudafrica si arrende 20-18 al termine della semifinale disputata a Twickenham.

Non è stata una bella partita ma la posta in palio era troppo importante e lo spettacolo passa in secondo piano. Partono subito forte gli All Blacks con la meta di Kaino al 5′. Il Sudafrica però non si lascia intimorire, recupera lo svantaggio grazie a tre piazzati di Pollard che incrementa il bottino a fine primo tempo con la quarta punizione che fissa il punteggio, 12-7, a favore degli Springboks all’intervallo.

L’arcigna ed efficace difesa sudafricana della prima frazione svanisce in avvio di ripresa quando la meta del neo entrato Barrett, trasformata da Carter riporta in vantaggio gli All Blacks a segno poco prima con un drop dello stesso Carter (17-12). Pollard accorcia al 58′ ma un’ingenuità di Etzebeth regala una punizione alla NZ che Carter non esita a trasformare. Lambie ridà speranza al Sudafrica ma negli ultimi 10 minuti non succede nulla.

Nuova Zelanda – Sudafrica, la cronaca live

sudafrica-nuova-zelanda-mondiali-rugby-2015.jpg

18.50: LA NUOVA ZELANDA E’ IN FINALE. Sudafrica sconfitto 20-18
79′: Mischia per il Sudafrica all’interno dei propri 22. Gli Springboks devono risalire il campo ma manca poco al termine.
79′: La Nuova Zelanda non soffre e amministra il vantaggio. Sudafrica poco produttivo in attacco nel momento decisivo della partita.
68′: Lambie, subentrato a Pollard, segna su punizione da 30 metri. Il Sudafrica accorcia. 20-18 a dieci minuti dal termine. Finale ricco di tensione.
60′: Carter risponde a Pollard. Un’ingenuità di Etzebeth regala un piazzato agli All Blacks che tornato a +5. 20-15. Partita comunque ancora aperta.
57′: Pollard infallibile al piede. Quinta punizione segnata dal mediano Springboks. 17-15.
51′: Meta All Blacks. Segna il neo entrato Barrett servito da Nonu al termine di un’azione d’attacco scaturita da una palla persa di Burger. Carter trasforma. Habana ammonito. NZ avanti 17-12. La partita cambia di nuovo padrone
45′: Drop di Carter dai 25 metri. La Nuova Zelanda si rifà sotto. 10-12
18.00: Cominciato il secondo tempo

40′: Il primo tempo finisce con la quarta punizione segnata da Pollard. Il Sudafrica sale a +5 (7-12) e la Nuova Zelanda è anche in inferiorità numerica per l’espulsione temporanea di Kaino che costringerà gli All Blacks a giocare in 14 a inizio ripresa. Più brillanti gli Springboks nella prima frazione. Dopo la meta iniziale, la NZ ha creato poco in attacco.
32′: Palo di Carter su punizione. Sudafrica ancora in vantaggio.
21′: Torna avanti il Sudafrica. Terza punizione di Pollard. 7-9
11′: Il Sudafrica accorcia con la punizione di Pollard. 7-6
8′: La Nuova Zelanda segna la prima meta dell’incontro con Kaino. Pessima difesa sudafricana. McCaw serve il compagno all’ala che segna indisturbato. Carter trasforma. 7-3
5′: Il Sudafrica smuove il punteggio (0-3) con un calcio di punizione di Pollard scaturito da un fallo in mischia dei neozelandesi.

Mondiali Rugby 2015 | N.Zelanda-Sudafrica

Mondiali Rugby 2015. Nuova Zelanda – Sudafrica si affrontano oggi, alle 17, a Twickenham, nella prima semifinale della World Cup.

Sfida che non ha certo bisogno di presentazioni. All Blacks e Springboks, indubbiamente, sono le compagini più forti del mondo ovale e ritrovarle, una contro l’altra, in questa fase del torneo non è certo una sorpresa. Eppure il Mondiale non era cominciato affatto bene per il Sudafrica. La sconfitta di un mese fa, al debutto, a Brighton contro il Giappone, preceduta dal Rugby Championship fallimentare, aveva intaccato le ambizioni degli Springboks poi risalite con 4 successi di fila su Samoa, Scozia, Usa e, soprattutto, Galles nei quarti, risultati che hanno consentito ai sudafricani quantomeno di raggiungere l’obiettivo minimo nella kermesse iridata.

Anche per la Nuova Zelanda, la semifinale rappresenta un traguardo scontato. Percorso netto, finora, per i campioni in carica. Quasi interlocutoria la prima fase se si esclude l’esordio più impegnativo con l’Argentina. Un avvertimento per gli avversari il quarto di finale con la Francia demolita con un umiliante 62-13 al Millennium Stadium di Cardiff.

Nelle due formazioni titolari, una parata di stelle. Che sfida tra Habana, alla ricerca del record assoluto di mete segnate in World Cup, e Julian Savea, protagonista indiscusso contro la Francia tanto da rievocare il mito di Lomu. Duello stellare anche tra i due numeri 7, McCaw e Burger nonchè in mediana con la coppia All Blacks, Smith-Carter opposta a Pollard e Du Preetz. Peccato per l’assenza di Matfield (in panchina), sostituito da Etzebeth.

Il match tra Nuova Zelanda e Sudafrica sarà trasmesso in diretta, dalle 17, su Sky Sport 2. Per i non abbonati, c’è l’opzione streaming offerta da Sky Online con il ticket acquistabile, previa registrazione al sito, che comprende le due semifinali, la finale per il 3-4 posto e la finalissima di sabato prossimo. Requisito indispensabile una buona velocità di connessione.

nuova-zelanda-sudafrica-mondiali-rugby-2015.jpg

Nuova Zelanda – Sudafrica | Le formazioni

Sud Africa: 15 le Roux, 14 JP Pietersen, 13 Kriel, 12 de Allende, 11 Habana, 10 Pollard, 9 du Preez, 8 Vermeulen, 7 Burger, 6 Louw, 5 de Jager, 4 Etzebeth, 3 Malherbe, 2 du Plessis, 1 Mtawarira
In panchina: Strauss, Nyakane, Jannie du Plessis, Matfield, Alberts, Pienaar, Lambie, Serfontein

Nuova Zelanda: 15 Ben Smith, 14 Milner-Skudder, 13 Conrad Smith, 12 Nonu, 11 Savea, 10 Carter, 9 Aaron Smith, 8 Read, 7 McCaw, 6 Kaino, 5 Whitelock, 4 Retallick, 3 Franks, 2 Coles, 1 Moody
In panchina: Mealamu, Franks, Faumuina, Vito, Cane, Kerr-Barlow, Barrett, 23 Sonny Bill Williams

Arbitro: Jérôme Garcès